Concorsone, ecco i primi risultati: gli ammessi alla prova

Concorsone

Il Ministero l’aveva promesso. Ecco i primi risultati delle prove scritte per il concorso a cattedra indetto dal ministro Profumo. La prima regione a muoversi è l’Abruzzo: sono stati pubblicati, infatti, sul sito del Miur, i nomi dei candidati ammessi alla selezione di laboratorio.

Come già ricordato più volte dal ministro Francesco Profumo, tutta la procedura dovrà necessariamente concludersi entro agosto, per dare modo ai candidati che vinceranno il concorso, di entrare regolarmente in aula già a settembre.

Gli orali, secondo il comunicato del ministero, si terranno il 6 maggio alle ore 15, presso l’istituto Leonardo da Vinci a L’Aquila.

Ecco l’elenco degli ammessi alla prova di laboratorio per la regione Abruzzo

https://hubmiur.pubblica.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/8e5e5312-f7b1-4d99-889a-1023808eea51/abruzzo_avviso110413.pdf

Total
0
Shares
1 comment
  1. Ma no! Non è la prova orale, è quella di laboratorio. Ragionate: come si esaminano ben 13 candidati, con una prova di ben 90′ ciascuno, in un solo pomeriggio?

Lascia un commento
Previous Article

Germania, studenti in container

Next Article

106 minuti di sesso e 36 di lavoro: la formula della felicità

Related Posts
Leggi di più

Sesso con uno studente disabile: a processo una professoressa di sostegno

Si tratta di una docente di un istituto superiore in provincia di Firenze. I fatti risalgono al 2019 quando il ragazzo non era ancora maggiorenne. La donna, dopo il rapporto sessuale consumato all'interno dell'istituto scolastico, avrebbe chiesto allo studente di non raccontarlo a nessuno.
Leggi di più

Gli studenti rispondono a Bianchi: “Vergogna, bugiardo”

Non tarda a farsi sentire la reazione degli studenti alle dichiarazioni del Ministro, che ha dichiarato ieri di voler costruire una riforma della scuola in maniera “affettuosa". I sindacati verso lo sciopero del 30 maggio contro il decreto 36
Leggi di più

“Incompetente ed esibizionista”: ecco cosa pensano i giovani della politica italiana

Presentato il decimo rapporto dell'Osservatorio permanente sui giovani della Link Campus University. La ricerca ha interessato 5mila giovani tra i 16 e i 19 anni. La maggior parte di loro sono delusi dal mondo delle istituzioni ma vorrebbero una donna come Presidente della Repubblica. "I fondi del PNRR? Utilizziamoli per riparare ai danni psicologici provocati dalla DaD".