Città della Scienza distrutta dalle fiamme, Napoli sotto shock

Napoli anche oggi apparirà tristemente nelle prime pagine di tg e giornali. Dopo il crollo del palazzo alla Riviera di Chiaia, in tarda serata Città della Scienza viene letteralmente divorata dalle fiamme.

Immagine

Napoli anche oggi apparirà tristemente nelle prime pagine di tg e giornali. Dopo il crollo del palazzo alla Riviera di Chiaia, in tarda serata Città della Scienza viene letteralmente divorata dalle fiamme.

Museo interattivo, ludoteca, spazio creativo e attrattore turistico della città, il complesso è stato inghiottito tra lo stupore e il dolore dei cittadini e dei dipendenti.

Con una media di 350 mila visitatori l’anno, Città della Scienza rappresenta per i cittadini napoletani un pezzo della propria vita, ricordi scolastici, momenti di studio e passione per la scoperta in quel grande deserto chiamato Bagnoli. Ancora ignote le cause dell’incendio. L’area distrutta dalle fiamme è stimata in 10-12 mila metri quadrati.

Martina Gaudino

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Contro la disoccupazione l'Ue: si a 9000 posti di lavoro digitali

Next Article

Dalla Bei 90 miliardi per le piccole imprese

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.