Campionato univ,entra nel vivo del calcio

A un mese dall’inizio, prime sorprese ma anche conferme nella quinta edizione del Campionato di calcio maschile delle università di Roma. La Cattolica, per esempio, fa sul serio: con tre successi, un pareggio e il miglior attacco Filippo Lococo e i suoi hanno già mostrato tutto il loro valore.

Dai campioni in carica, del resto, ci si aspettava una partenza sprint. Buono l’avvio anche dell’altra formazione favorita per la vittoria finale, il Foro Italico: il reparto difensivo ha abbassato la saracinesca e di fatto l’undici capitanato da Stefano Cristalli è l’unica compagine della manifestazione a non aver subito gol.

Anche Erasmus, a detta di molti “un gruppo che farà bene”, Malta e Lumsa si godono l’ottimo momento, mentre Roma Tre già si lecca le ferite dopo la prima battuta d’arresto. Male Tor Vergata: i ragazzi di Luigi Terzino sembrano solo la brutta copia della squadra che nella scorsa edizione contese la coppa in finale alla Cattolica.

Dopo tre uscite, infatti, hanno portato a casa un solo punto, con già due sconfitte al passivo. Peggio solo le due americane, l’Aur e la Jcu: dopo tre gare sia i Wolves che i Gladiators sono ancorati in fondo alla classifica, a zero punti. Valanghe di gol e tantissime emozioni anche nel campionato di calcio a 5 femminile, anche se è ancora presto per emettere verdetti.

Alla seconda giornata è la Luiss allenata da Raffaele Tenuta a guardare tutte le altre dall’alto, forte del suo attacco esplosivo che ha già realizzato 18 reti. Le luissine se la dovranno però vedere con la squadra di Roma Tre, campione uscente, che all’esordio ha strapazzato la Lumsa per 8-1 (ultima in classifica con l’Aur). A corrente alternata l’avvio del Campus Bio-Medico capace fin qui di vincere e perdere con lo stesso risultato (5-0). Partita con il piede giusto anche la Jcu. Tutte le informazioni sul sito dedicato al torneo: www.timesportromatornei.com

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Cercasi giovani PR nell’organizzazione eventi

Next Article

Generazione di precari in cerca d'autore

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".