Brains2South: bando da 3,5 milioni di euro per attrarre giovani ricercatori nel Mezzogiorno

Circa 3,5 milioni di euro destinate ai ricercatori che vogliano sviluppare i loro progetti nel Mezzogiorno. Questo è il bando “Brains2South”, promosso dalla Fondazione con il Sud, che mette a disposizione 3.5 milioni di euro per favorire l’attrazione di ricercatori e studiosi italiani e stranieri nei centri di ricerca del Mezzogiorno (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia), offrendo loro un’opportunità per sviluppare e potenziare carriere indipendenti.
La Fondazione sosterrà progetti di ricerca scientifica applicata, dalla forte valenza innovativa, capaci di individuare soluzioni pratiche e specifiche in campo tecnologico, energetico, manifatturiero, nanotecnologico, ICT, agroalimentare, biomedico, farmaceutico, diagnostico, nello studio e conservazione dei beni culturali o ambientali.
La novità di quest’anno è che saranno direttamente i ricercatori, con esperienza nei settori scientifico e tecnologico, a proporre progetti di ricerca applicata (anche di 4 anni), indicando una o più host institution in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia Sardegna, Sicilia presso cui potrebbero essere sviluppati.
Sarà valutata positivamente l’eventuale coinvolgimento di altri enti di ricerca, inclusi Parchi tecnologici e scientifici, Distretti tecnologici e Università, italiani e stranieri.
In caso di selezione della Proposta di Ricerca e di assegnazione di un contributo da parte della Fondazione, quest’ultimo sarà erogato direttamente all’ente di ricerca ospitante (host institution).
La scadenza per presentare i progetti è fissata al 7 ottobre 2015. Tutte le informazioni le potete trovare sul sito della Fondazione con il Sud o sul bando di Brains2South.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Cnr - ItaliaCamp, firmato accordo per sostenere la Ricerca italiana

Next Article

Tribunale del Lavoro accoglie ricorso di un abilitato Tfa. Sarà inserito nel piano assunzioni della Buona Scuola

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".