Botte alla fidanzatina, arrestato 17enne

Schermata 2013-05-30 a 09.58.49

Un diciassettenne e’ stato arrestato a Ceriale con l’accusa di maltrattamenti nei confronti della fidanzatina quindicenne. A denunciarlo sono stati i genitori della ragazzina, accusando il ragazzo di averla ripetutamente maltrattata, arrivando anche a sequestrarla. Contro il ragazzo i carabinieri hanno trovato a riscontro numerosi messaggi inviati al cellulare della ragazzina contenenti minacce di morte. Il diciassettenne e’ ora rinchiuso nel carcere Ferrante Aporti di Torino, ma potrebbe essere presto affidato ad una comunita’ protetta.

I due avevano iniziato a frequentarsi dall’ottobre scorso. Ma la relazione ben presto e’ diventata ossessiva: lui disoccupato, lei studentessa modello. Ma il fidanzatino diventa sempre piu’ aggressivo e geloso, fino a sfociare nella violenza. La situazione negli ultimi tempi e’ degenerata tanto che la giovane e’ tornata dai genitori con il volto tumefatto. I genitori della ragazza lo hanno denunciato, i carabinieri lo hanno arrestato

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Pubblicità, consigli per gli stage

Next Article

ItaliaCamp, sabato assemblea generale ad Ascoli con Pietro Grasso

Related Posts
Leggi di più

Sesso con uno studente disabile: a processo una professoressa di sostegno

Si tratta di una docente di un istituto superiore in provincia di Firenze. I fatti risalgono al 2019 quando il ragazzo non era ancora maggiorenne. La donna, dopo il rapporto sessuale consumato all'interno dell'istituto scolastico, avrebbe chiesto allo studente di non raccontarlo a nessuno.
Leggi di più

“Incompetente ed esibizionista”: ecco cosa pensano i giovani della politica italiana

Presentato il decimo rapporto dell'Osservatorio permanente sui giovani della Link Campus University. La ricerca ha interessato 5mila giovani tra i 16 e i 19 anni. La maggior parte di loro sono delusi dal mondo delle istituzioni ma vorrebbero una donna come Presidente della Repubblica. "I fondi del PNRR? Utilizziamoli per riparare ai danni psicologici provocati dalla DaD".