App4Democracy, un concorso per migliorare il rapporto cittadini istituzioni

Schermata 2013-03-20 a 12.20.56

Il concorso “1App4Democracy”, dedicato alla partecipazione democratica al mondo politico, premierà la migliore app che offrirà soluzioni valide per migliorare la comunicazione tra cittadini e istituzioni.
In palio, 5 premi:

Al primo classificato: 2.500 euro, il diritto di prelazione sullo sviluppo di una seconda app commissionata da La Stampa e un anno di abbonamento al quotidiano La Stampa 1×3 in formato digitale;
Al secondo e terzo classificato: Un Nexus 7 – 16 GB WLAN, più un anno di abbonamento al quotidiano La Stampa;
Al quarto e quinto: 6 mesi di abbonamento.

La scadenza è fissata per il 23 aprile.
Il contest, promosso da La Stampa, è rivolto a sviluppatori e designer italiani che vogliano proporre la loro applicazione per dispositivi mobile.
La giuria sarà composta da esperti de La Stampa e di Google.

Per inviare la propria candidatura al concorso, è necessario che l’App sia stata realizzata in conformità con le regole del bando (consultabile al link: https://www.lastampa.it/rw/Pub/Prod/PDF/italia/speciali/elezioni-politiche-2013/Regolamento_1app4democracy.pdf ), nonché esser stata pubblicata su Chrome Web Store o su Google Play per Android.
Per l’invio della domanda di partecipazione, bisognerà compilare il seguente modulo: https://www.lastampa.it/rw/Pub/Prod/PDF/italia/speciali/elezioni-politiche-2013/appform-appdellanno.pdf
Per ulteriori informazioni, rivolgersi al sito ufficiale de La Stampa, al link: https://www.lastampa.it/italia/speciali/elezioni-politiche-2013/1app4democracy
AZ

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Bimbo morto a Napoli, si escludono responsabilità penali

Next Article

Beckham incontro a Pechino gli studenti cinesi

Related Posts
Leggi di più

Altro che tesoro! In Italia chi trova un amico… trova un lavoro

Secondo un'indagine Inapp-Plus negli ultimi dieci anni quasi un lavoratore su quattro ha trovato occupazione tramite amici, parenti o conoscenti. Solo il 9% grazie a contatti stabiliti nell'ambiente lavorativo. Un sistema che ha delle ripercussioni anche su stipendi e mansioni (al ribasso).