Abolite le prove scritte per gli studenti colpiti dal sisma

Misure straordinarie per gli studenti colpiti dal recente sisma nelle zone emiiane ed in alcune parti della Lombardia e del Veneto, che si accingono ad affrontare i due esami di stato: “ Licenza media” e “Maturità”. Dovuto al forte disagio in cui versano le loro condizioni di vita, il Miur ha decretato che i giovani ed igiovanissimi esaminandi, sosteranno esclusivamente i colloqui orali, a partire dal 20 giugno 2012, data in cui è prevista la prima prova scritta. Ulteriori interventi eccezionali, riguardano l’ammissibilità alle classi successive, la gestione dei registi, i punteggi e i diploma di qualifica.

L’ordinanza ministeriale – che si applica in particolare alle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo – prevede che le scuole che si avvarranno delle deroghe stabilite del provvedimento siano individuate dagli Uffici scolastici regionali ”sulla base della estrema precarietà delle condizioni in cui versano”.

Inoltre, data la precarietà di molti edifici scolastici, le sedi di esame saranno decise dal direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale in relazione allo stato di agibilità dei locali scolastici.

Di seguito le azioni previste:

SCRUTINI – Nelle scuole primarie e secondarie, di primo e secondo grado, l’ammissione degli studenti alla classe successiva può essere disposta anche se non è stato raggiunto il limite minimo di frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato.

ANNO SCOLASTICO INFERIORE AI 200 GIORNI – Nelle aree interessate dal sisma e per le quali i sindaci abbiano disposto la chiusura delle scuole, l’anno scolastico (2011-2012) è comunque valido anche se di durata complessiva inferiore ai 200 giorni previsti dalla legge.

PERDITA REGISTRI – L’ammissione degli studenti agli esami (di terza media o Maturità), che si svolgeranno in strutture individuate dalle autorità competenti, é decisa dal Consiglio di classe anche in mancanza degli atti relativi alla carriera scolastica degli studenti e in assenza di uno o più componenti per motivi strettamente legati al sisma.

PUNTEGGI – Negli esami di terza media il voto finale é costituito dalla media dei voti in decimi ottenuti nella prova orale e nel giudizio di idoneità. Alla Maturità la commissione dispone di 75 punti per il colloquio (la somma dei punteggi massimi previsti per le prove scritte). Per conquistare la sufficienza servono almeno 50 punti.

DIPLOMI QUALIFICA PROFESSIONALE SENZA PROVA PRATICA – Negli esami per il conseguimento dei diplomi di qualifica non saranno effettuale le prove “strutturate o semistrutturate”. Solo prove orali anche per gli studenti degli istituti d’arte che puntano alla licenza di maestro d’arte.

AUTOCERTIFICAZIONE PER CANDIDATI ESTERNI – La documentazione relativa ai candidati esterni, domanda di ammissione compresa, é sostituita, in caso di distruzione o irreperibilità, da dichiarazioni rilasciate dagli stessi candidati.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Napoli in tre documentari

Next Article

Giornalisti in erba cercasi

Related Posts
Leggi di più

Otto studenti su dieci a scuola in presenza: ecco i nuovi dati del Ministero sul rientro in classe. I docenti assenti sono l’8%

Il Ministero dell'Istruzione ha diffuso i dati sulle presenze a scuola nella settimana che va dal 17 al 22 gennaio. Tra Dad e Ddi le classi che stanno facendo lezione a distanza sono il 30% del totale. Il ministro Bianchi: "Numeri che dimostrano la bontà delle scelte fatte. Adesso regole più semplici per aiutare studenti e famiglie".
Leggi di più

Un’intera classe in sciopero contro il compagno bullo. I genitori: “Da due anni i nostri bambini vivono in un incubo”

Scoppia la protesta contro il bullismo in un istituto di Jesi, in provincia di Ancona. Quattordici genitori decidono di non mandare più i loro figli a scuola per la presenza di un bambino che avrebbe atteggiamenti violenti contro di loro, denunciando denti rotti, Amuchina negli occhi, insulti e minacce. La preside: "Problema c'è ma è stato ingigantito".