Domani a Roma il via allo Young International Forum

Nel mondo che cambia sempre più velocemente cercando con fatica di riprendersi dalla crisi, aumentano le sfide, la paura, le incertezze. La domanda che da sempre si pongono studenti e genitori diviene oggi ancora più centrale: “Che ne sarà di noi dopo la scuola? Cosa ci aspetta una volta preso il diploma o conseguita la laurea?”.
Per chi vuole trovare le risposte giuste, dal 13 a 15 ottobre va in scena, all’ex Mattatoio Testaccio di Roma, la VII edizione dello Young International Forum. Già 10.000 i giovani prenotati allo YIF provenienti da nord a sud, oltre 60 presidi accreditati, centinaia di insegnati, espositori provenienti da tutta Italia, 15 guide aggiornate per trovare opportunità di lavoro o di studio in altrettante nazioni, tra le più evolute del mondo. 24 tra seminari e laboratori, 30 conferenze sulla “Guida alla Scelta”.
Oltre ad essere un’imperdibile occasione di confronto tra insegnanti, studenti e mondo dell’impresa – attraverso convegni, incontri formativi con tutor accreditati, concrete offerte di studio e di lavoro in Italia e all’estero – lo Young International Forum presenterà in esclusiva la prima indagine Ixè-Italia Orienta su ciò che i genitori italiani sognano per il futuro scolastico e professionale dei propri figli. Una vera e propria fotografia del mondo della formazione italiana dal punto di vista dei genitori.
Lo Young International Forum è un progetto della Fondazione Italia Orienta. La manifestazione nasce dall’esigenza di supportare i giovani nella ricerca di un lavoro, di offrire loro opportunità di scambi culturali, formativi e professionali, combattendo così la dispersione scolastica, gli abbandoni universitari, la disoccupazione giovanile, il fenomeno dei Neet.
yif2014_019 yif2013_022 yif2013_020 yif2013_016 (1) yif2013_033

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Diritto allo Studio: mobilitazione nazionale lunedì 28 settembre

Next Article

KPMG cerca laureati in varie discipline: contratto d'apprendistato finalizzato all'assunzione

Related Posts
Leggi di più

Anche gli USA promuovono la mascherina: boom di casi dove non è obbligatoria

Le scuole senza obbligo hanno oltre 3 volte più probabilità di subire un focolaio rispetto alle altre: il dato arriva da una ricerca effettuata dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) degli Stati Uniti. Il sottosegretario Sileri: "Sulle quarantene aspettiamo il Cts".