A ognuno il proprio vedere

Vedere non è solo avere una immagine retinica di un oggetto. E’ qualcosa in più. E’ un’impresa dell’intelletto che si radica nell’esperienza vissuta.
Nel fenomeno della visione c’è un “oltre” rispetto a ciò che incide sul globo oculare, e quest’oltre è dato dai concetti che si possiedono. Persone diverse nel vedere lo stesso oggetto ricevono la stessa immagine retinica visiva sensoriale, ma possono vedere cose diverse nel processo della loro visione.
Si può dire che “vedere” significa trasformare il mondo esterno in un mondo interno, che è proprio di ognuno di noi. Dove la nostra conoscenza, l’esperienza, la cultura e l’emozione assumono ruoli dominanti.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Destinazione PyeongChang 2018

Next Article

La Buona Scuola, via libera definitivo ai decreti attuativi

Related Posts
Leggi di più

Muore in un incidente prima della discussione della tesi ma l’università precisa: “Non era in programma nessuna laurea”

Giallo sulla morte di Riccardo Faggin, studente di 26 anni iscritto alla facoltà di Scienze infermieristiche dell'Università di Padova. Si è schiantato contro un albero a pochi metri da casa dove era tutto pronto per festeggiare la sua laurea. Ma l'ateneo ha precisato che il suo nome non era nell'elenco dei laureandi.