20 milioni di euro per l'educazione ambientale nelle scuole italiane

20 milioni di euro per l’educazione ambientale nelle scuole da qui al 2020. intesa fra il ministro Giannini del Miur e Galletti dell’Ambiente

Venti milioni di euro per l’educazione ambientale nelle scuole italiane. È il frutto del protocollo di intesa siglato ieri fra il ministero dell’Istruzione e quello dell’Ambiente. L’occasione per la firma è stata la conferenza nazionale sull’educazione ambientale che si è tenuta al Maxxi di Roma. Le risorse provengono, scrive l’Ansa, da fondi del Piano operativo nazionale(PON) e saranno spesi da qui al 2020. Serviranno alla formazione degli insegnanti e alla individuazione di progetti ad hoc degli studenti, dalle primarie in poi.
I contenuti saranno affidati al ministero dell’Ambiente. “È un impegno che deriva dalla legge 107 sulla Buona Scuola – ha spiegato il ministro Stefania Giannini – che prevede l’introduzione della educazione ambientale come uno dei principi guida, non concentrata in un’ora, ma distribuita in attività formativa dalla primaria ai più alti gradi dell’istruzione”. “La formazione riguarda in modo cruciale anche gli insegnanti, ha aggiunto la Giannini, “c’è bisogno di una classe di docenti che non sia abbandonata a se stessa, alla buona volontà, ma sia inserita in un percorso di formazione strutturale e permanente”.
Per il ministro dell’Ambiente Galletti “l’unico modo per risolvere i problemi ambientali è insegnare ai nostri ragazzi a non fare gli errori che abbiamo fatto noi. Noi almeno avevamo la scusante che non avevano le conoscenze scientifiche. Ma se oggi, con quello che sappiamo, non insegniamo l’educazione ambientale, allora siamo davvero colpevoli”. Nel corso della conferenza è stata consegnata ai ministri la carta dell’educazione ambientale e dello sviluppo sostenibile, preparati dai dodici tavoli tematici riuniti da ieri.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di giovedì 24 novembre

Next Article

Il Politecnico di Milano fra gli atenei che danno più occupabilità al mondo

Related Posts
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.