Dall'ASP arriva il premio Giuditta Nanci

Il Consiglio direttivo dell’Associazione Stampa Parlamentare indice la quarta edizione del Premio Giuditta Nanci.
Il premio consiste in una borsa di studio dell’importo di 2.000 euro che verrà consegnata nel corso di una manifestazione pubblica nella primavera 2009. Possono concorrere gli autori di una ricerca, di uno studio, di tesi di laurea o di diploma sul giornalismo politico-parlamentare e/o sull’Associazione Stampa Parlamentare.
Sono ammessi anche lavori presentati a partire dal 10 gennaio 2007 come elaborato per l’esame di Stato presso l’Ordine dei giornalisti o come tesi ad a una Scuola di giornalismo.
Le domande di partecipazione – redatte in carta semplice e sottoscritte dovranno essere consegnate al Presidente della Giuria, presso l’Associazione Stampa Parlamentare, Camera dei deputati, Palazzo Montecitorio, 00186 Roma, entro e non oltre il prossimo 20 dicembre 2008, corredate da autocertificazione attestante l’identità anagrafica, la residenza, il recapito e da due copie del lavoro in concorso.
La Giuria comunicherà al Consiglio direttivo dell’Asp il nome del vincitore con motivazione scritta, approvata a maggioranza dei suoi componenti, entro il 20 febbraio 2009. Il vincitore si impegna espressamente – sotto pena di decadenza dal premio – di cedere il diritto di pubblicazione sul lavoro presentato per un periodo di un anno dalla premiazione.
Per la consultazione del bando si rimanda al link che segue
https://www.unive.it/media/borse_concorsi/Ass_Stampa_parlamentareIV.pdf

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Occasioni per infermieri nel Lazio e in Puglia

Next Article

Un Addetto ai servizi organizzativi a Roma

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.