100 Tirocini presso il Consiglio dell'Unione Europea

Importante opportunità da tenere sottocchio offerta dall’Europa e con apertura delle candidature a Giugno. Poco più di 6 mesi di tempo dunque, per organizzare un’esperienza a Bruxelles.
100 Tirocini presso il Segretariato Generale del Consiglio dell’Unione europea. Per candidarsi bisogna aver conseguito un diploma di laurea. I tirocinanti sono selezionati sulla base del merito considerando le informazioni fornite nel modulo di candidatura. I candidati potranno essere chiamati per un colloquio su Skype. I tirocini sono retribuiti. Si prevedono 1100,00 euro al mese.
Si svolgono prevalentemente per le seguenti aree: scienze politiche; studi UE, economia. Tuttavia sono si possono rivolgere anche ad altri settori: traduzione, risorse umane, comunicazione, scienze della formazione, informatica, grafica, multimedia, tecnologia agricola, ingegneria biochimica, sanità e sicurezza alimentare, gestione energetica, ambiente, ingegneria aerospaziale.
Requisiti: diploma di laurea o equivalente; conoscenza della lingua inglese e/o francese.
Sarà possibile candidarsi per i tirocini del 2018 a partire da giugno 2017.
Sito di riferimento per le candidature: https://www.consilium.europa.eu/it/general-secretariat/jobs/traineeships/

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola e Lavoro: 30mila giovani a Roma per lo “Young International Forum”

Next Article

La rassegna stampa di lunedì 3 ottobre

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.