Università di Torino, dipartimenti Stem alle donne

Tutti i dipartimenti scientifici a direttrici donne. L’Ateneo piemontese lancia un segnale forte per combattere il divario di genere nelle materie Stem

Nuovi corso all’Università di Torino dove sono stati eletti dodici nuovi capi dipartimento, mentre altri 14 sono stati confermati per un secondo mandato del triennio 2021-2024. Le materie Stem dell’Ateneo piamontese in mano alle donne, un segnale forte rispetto le iscrizioni di genere degli studenti che incoraggia ancor di più le studentesse ad intraprendere i percorsi di studi in ambito scientifico. Dal dantista al virologo, ecco chi sono i direttori e le direttrice dell’Ateneo piemontese.

Partendo da sinistra verso destra abbiamo per il dipartimento di Oncologia il prof. Federico Bussolino, docente di Biochimica presso la Scuola di Medicina. Vincitore del premio “Luigi Feltrinelli” conferito dall’Accademia Nazionale dei Lincei, ha all’attivo oltre 300 pubblicazioni scientifiche. Si occupa di capire come il microambiente in cui sono ospitate le cellule tumorali, condizioni la progressione e la metastatizzazione del tumore e la sua risposta alle terapie.

La prof.ssa Susanna Donatelli è il nuovo capo dipartimento di Informatica. La sua attività di ricerca riguarda la valutazione e verifica dei sistemi informatici, con interessi che includono aspetti di teoria, sperimentazione e progettazione di strumenti di supporto, anche a scopo didattico. È stata chair e membro dei comitati di programma di numerose conferenze internazionali di settore, ed è attualmente membro dello steering committee della International Conference on Petri nets, e della International Conference on Dependable Systems and Networks.

Il prof. Bergero è, invece, il nuovo capo dipartimento di Scienze Veterinarie. Docente di Nutrizione e alimentazione animale. Ha al suo attivo pubblicazioni divulgative in materia di ippologia, circa 200 opere scientifiche pubblicate su riviste nazionali ed internazionali e su atti di convegni nazionali ed internazionali, in gran parte riguardanti la alimentazione e nutrizione degli animali, la gestione del cavallo sportivo e la fisiologia del lavoro del cavallo.

Direttori, non c’è ancora parità di genere

Per il Dipartimento di Scienze della Terra eletto Il prof. Pavese, docente di Mineralogia all’Università di Torino dal settembre 2016. Autore di oltre 130 pubblicazioni scientifiche internazionali, è stato Presidente della Società Italiana di Mineralogia e Petrologia; Rappresentante di Scienze della Terra presso la Società Italiana Luce di Sincrotrone; Membro del Panel per l’allocazione di tempo macchina presso la sorgente stazionaria a neutroni ILL. É Presidente del Comitato Scientifico di Fondazione Gemmologica; Associate Editor di European Journal of Mineralogy; membro corrispondente di Accademia delle Scienze di Torino. Si è occupato di fenomenologie di stabilità-instabilità di fasi minerali e processi di scambio, in regimi non ambientali, con particolare attenzione ai “trigger” di trasformazione, ed è interessato di reattività di sistemi complessi, multifase, in regime di alta temperatura o in ambiente chimico particolare.

Docente Pianificazione Strategica e Controllo di Gestione, la prof.ssa Culasso, il nuovo capo dipartimento di Managment è membro dell’Accademia Italiana di Economia Aziendale. I suoi principali interessi di ricerca si concentrano sul contributo dei sistemi manageriali di pianificazione e controllo strategico nelle scienze economico-aziendali, con riferimento ai quali è autrice di numerose pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali e internazionali. In tempi recenti, i suoi studi si sono focalizzati anche sulla rilevanza di tali sistemi presso il family business e come strumento per l’innovazione dei modelli di generazione del valore, nell’ottica della sostenibilità aziendale. Referee di varie riviste internazionali e componente di comitati editoriali, ha attive collaborazioni didattiche e scientifiche anche all’estero. È membro del Consiglio della Scuola di Studi Superiori Ferdinando Rossi e ha contribuito allo sviluppo di numerosi progetti di Ateneo.

Donne nei punti chiave della Scienza

Al dipartimento di Chimica una donna, la prof.ssa Lorenza Operti. Docente di Chimica Generale e Inorganica, svolge attività di ricerca nell’ambito della sintesi e caratterizzazione di materiali avanzati per applicazioni innovative, così come dello studio di materiali di interesse storico con l’utilizzo di tecniche diagnostiche non invasive. È autrice di circa 150 lavori pubblicati su riviste scientifiche internazionali. Si occupa inoltre di Assicurazione di Qualità come esperto valutatore di sistema ANVUR e componente/presidente di Nuclei di Valutazione di alcuni prestigiosi atenei italiani. Ha ricoperto alcune cariche istituzionali in UniTO, tra le quali quella di Presidente del Presidio della Qualità e di Vice-Rettrice per la Didattica e per l’Internazionalizzazione.

Docente di Sociologia dello sviluppo, il prof. Francesco Ramella, è il nuovo direttore del dipartimento di Culture, Politica e Società. Condirettore del “Centro Luigi Bobbio per la ricerca sociale pubblica e applicata”, è stato cofondatore e primo Presidente della Società Italiana di Sociologia Economica (SISEC). Fa parte della direzione della rivista il Mulino e dei comitati editoriali delle seguenti riviste: “Stato e Mercato” (che ha diretto dal 2011 al 2015); “South European Society and Politics” e “Sociologias”. Ha svolto numerosi studi e ricerche nel campo della sociologia economica, occupandosi in particolare di temi legati all’innovazione, all’economia della collaborazione, allo sviluppo locale e regionale e alla governance urbana e territoriale.

Il prof. Roberto Albera è il nuovo direttore del dipartimento di Scienze Chirurgiche. Professore Ordinario di Otorinolaringoiatria e Direttore della Struttura Complessa di Otorinolaringoiatria presso la Città della Salute e della Scienza di Torino, Presidente del Collegio Nazionale dei Professori Ordinari di Otorinolaringoiatria, Presidente del Corso di Laurea in Logopedia e Presidente della Società Italiana di Audiologia e Foniatria. Autore di numerose pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali e di libri sia a carattere didattico che divulgativo, è docente di insegnamenti nel settore scientifico disciplinare dell’Otorinolaringoiatria e dell’Audiologia/Foniatria.

Una donna direttore di Economia e Statistica

Al dipartimento di Giurisprudenza eletto Il prof. Raffaele Caterina, docente di Diritto privato; i suoi principali interessi di ricerca si concentrano sul contributo delle scienze cognitive agli studi giuridici. Ha curato il primo libro italiano sul tema (I fondamenti cognitivi del diritto, Bruno Mondadori, 2008). In tempi recenti, i suoi studi si sono concentrati soprattutto sulla rilevanza della conoscenza tacita nel campo del diritto. Nel 2015 ha curato un numero speciale di Sistemi Intelligenti su La dimensione sociale della conoscenza tacita. Come civilista, i suoi interessi si sono concentrati soprattutto sul diritto dei consumatori e sul diritto della proprietà e del possesso. Dal 2010, è componente del Comitato di Direzione di Giurisprudenza Italiana. Dal 2018 è Socio Corrispondente dell’Accademia delle Scienze di Torino.

La prof.ssa Elisabetta Ottoz è la nuova direttrice del dipartimento di Economia e Statistica “Cognetti de Martiis”. Già docente di Economia Applicata presso il Dipartimento EST dove insegna microeconomia e teoria dei giochi. Ha svolto ricerca fornendo contributi, sia teorici che applicati, pubblicati da riviste internazionali in campi diversi dell’economia industriale: modelli teorici di diffusione delle innovazioni, economia dei diritti di proprietà intellettuale, trasporto pubblico locale, night-time economy.

Al dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche eletto Il prof. Massimo Terzolo, docente di Medicina Interna e svolge la sua attività clinica presso l’Azienda Ospedaliero Universitaria San Luigi Gonzaga, dove dirige la Divisione di Medicina Interna. La sua attività di ricerca è clinico-translazionale, interessando in particolare l’area endocrino-oncologica e le malattie rare endocrinologiche. Ha pubblicato oltre 250 lavori scientifici, e ha partecipato alla stesura di linee guida per la diagnosi e cura delle neoplasie surrenaliche.

Aumentano i direttori donna delle Stem

La prof.ssa Maria Consolata Siniscalco è invece la nuova direttrice del Dipartimento Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi. Docente di Botanica ambientale e applicata, Consolata Siniscalco si occupa di gestione e conservazione della biodiversità vegetale, di impatti delle attività antropiche sulla vegetazione e ripristini ambientali e di risposte di specie ed ecosistemi ai cambiamenti climatici nello spazio e nel tempo, con particolare riferimento agli ambienti alpini. In questo ambito è stata coordinatrice di numerosi progetti di ricerca europei (Interreg, Alcotra, Life). E’ autrice di più di 100 articoli indicizzati e di numerosi capitoli di libri. È stata presidente della Società Botanica Italiana dal 2015 al 2021, vicedirettore alla didattica del Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi dal 2015 al 2021 e direttore dell’Orto Botanico dal 2011. La sua attività didattica riguarda la Botanica ambientale, la conservazione della biodiversità vegetale, il ruolo delle piante nei ripristini ambientali e nei cicli biogeochimici.

Il nuovo direttore del Dipartimento di Studi Storici è il prof. Gianluca Cuniberti, docente di Storia greca. Il nucleo fondamentale della sua attività di ricerca verte intorno alla democrazia ateniese, esplorata in indagini prosopografiche, storiografiche, giuridico-istituzionali e di storia politica e sociale. Da tale interesse, fondato inizialmente sul periodo classico di Atene antica, le ricerche si sono ampliate sia dal punto di vista cronologico, con studi dedicati ad Atene ellenistica, sia per quanto riguarda l’ambito geografico, ad esempio in riferimento a Sparta, antagonista storica e ideologica della polis attica. Direttore di rivista e componente di comitati editoriali, ha attive numerose collaborazioni didattiche e scientifiche anche all’estero. Vice-Rettore alla ricerca per le scienze sociali e umanistiche dal 2019 al 2021.

Il prof. Matteo Milani è stato elettore direttore del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne. Insegna Filologia e linguistica romanza e svolge attività didattiche per il Master di I livello in Traduzione per il cinema, la televisione e l’editoria multimediale. Già Vice-Direttore alla Didattica del proprio Dipartimento, è socio delle principali Società nazionali e internazionali di ambito filologico romanzo e italiano. Codirige la rivista Carte Romanze. Nella sua attività di ricerca ha curato l’edizione di testi medievali di materia scientifica, narrativa e grammaticale di area italiana; entro il più ampio orizzonte romanzo, si è occupato diletteratura francese, provenzale e francoprovenzale.

Chi sono i nuovi direttorie dell’Università di Torino

La prof.ssa Anna Sapino è la nuova direttrice del Dipartimento di Scienze Mediche. Docente di Anatomia patologica, i suoi principali interessi scientifici riguardano la differenziazione e la patofisiologia della mammella e dei carcinomi mammari. In collaborazione con l’oncologia medica ha sviluppato l’applicazione diagnostica di nuovi marcatori e l’utilizzo di nuove tecniche diagnostiche. Autrice di 451 lavori su riviste internazionali, attualmente dirige il Servizio di Anatomia Patologia ed è Direttrice scientifica della Fondazione del Piemonte per l’Oncologia all’IRCCS di Candiolo.

Per il Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari eletto il prof. Carlo Grignani, docente di Agronomia. I lavori scientifici pubblicati prendono in considerazione i problemi dell’ottimizzazione gestionale ed ambientali dei sistemi colturali, con un’attenzione specifica alla gestione del ciclo dell’azoto e altri elementi nutritivi, nonché al turn-over del carbonio nel sistema suolo-pianta coltivata. È crescente l’interesse per il problema dell’emissione dei gas serra e del sequestro del C nel suolo anche per lo studio dei cambiamenti climatici. È membro di commissioni di dottorato in Italia, Francia e Belgio. È impegnato in progetti di ricerca a livello europeo, nazionale e regionale. Ha ricoperto vari incarichi gestionali tra cui la Presidenza di Corsi di Studio, la Direzione del Dipartimento Agroselviter presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Torino e la rappresentanza dell’Area 07 al CUN per la fascia degli ordinari per un quadriennio. È stato Presidente della Società Italiana di Agronomia e membro di Commissioni applicative di normative agro-ambientali a livello Nazionale e Regionale.

La prof.ssa Patrizia Rubiolo eletta al Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco dell’Università di Torino. Già titolare di insegnamenti afferenti al settore scientifico disciplinare della Biologia farmaceutica. I suoi principali temi di ricerca riguardano la caratterizzazione di sostanze biologicamente attive elaborate da organismi vegetali, lo sviluppo di tecnologie nuove e innovative nel campo della “sample preparation”, l’uso di tecniche solvent-free e di miniaturizzazione per l’analisi di materie prime vegetali e loro prodotti di trasformazione di interesse in ambito farmaceutico e salutistico (estratti vegetali ed oli essenziali). Ha all’attivo numerose pubblicazioni su riviste internazionali. È membro del Comitato Scientifico Permanente dell’ISEO (International Symposium on Essential Oils), componente di comitati editoriali e referee in numerose riviste scientifiche internazionali.

Il prof. Donato Pirovano è il nuovo direttore del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Torino. Docente di Filologia e Critica dantesca., è socio corrispondente dell’Accademia delle Scienze di Torino – Classe di Scienze morali, storiche e filologiche – VII sezione: filologia, linguistica e letterature medioevali e moderne. Coordina per l’Università di Torino le celebrazioni per il settimo centenario della morte di Dante Alighieri. Codirige, dal primo fascicolo 2016, la «Rivista di Studi Danteschi» ed è membro dell’International Advisory Board di «Dante studies» (dal 2015). Ha al suo attivo più di 160 pubblicazioni, di cui 14 libri e numerosi articoli scientifici sulle più importanti riviste di Filologia e Letteratura italiana. Ha studiato la poesia delle origini e in particolare i poeti della corte di Federico II e il Dolce stil novo Ha curato nel 2015 la nuova edizione criticamente rivista e commentata della Vita nuova di Dante Alighieri. Nel 2021 ha scritto il volume Amore e colpa. Dante e Francesca.

A ricoprire il ruolo di direttore al Dipartimento di Fisica è il prof. Ermanno Vercellin. Docente di Fisica Sperimentale delle Interazioni Fondamentali, la sua attività di ricerca si è focalizzata sulla realizzazione di esperimenti con acceleratori di particelle, con particolare attenzione allo sviluppo di rivelatori innovativi. In questo ambito, una parte di rilievo del percorso scientifico è rappresentato dello studio delle collisioni di nuclei pesanti, con la partecipazione ad esperimenti al Super Proto-Sincrotrone (SPS) e al Large Hadron Collider (LHC) del CERN. Nell’ambito di grandi collaborazioni internazionali ha rivestito ruoli di coordinamento scientifico e gestionale. Ha inoltre rivestito ruoli di coordinamento in progetti europei inerenti il settore di ricerca di riferimento. Il prof. Vercellin ha al proprio attivo oltre trenta relazioni orali tra conferenze internazionali, nazionali e seminari presso istituti di ricerca e scuole dottorali.

Una prof.ssa guiderà Matematica

La prof.ssa Terracini è docente di Analisi Matematica al Dipartimento di Matematica “Giuseppe Peano” dell’Università di Torino, dalla prossima settimana sarà la nuova diretrice. Lavora da anni nel campo delle equazioni alle derivate parziali e dei metodi variazionali nell’Analisi non lineare, svolgendo ricerche alla frontiera fra la matematica pura e applicata. È autrice di circa 120 articoli scientifici, pubblicati dalle più importanti riviste matematiche internazionali, nonché membro di redazioni di numerose riviste nazionali ed internazionali. Le è stato assegnato un prestigioso grant dal Consiglio per la Ricerca Europea (ERC advanced grant) nel 2014 ed è stata insignita della medaglia Schauder nel 2021.

Al Dipartimento di Biotecnologie Molecolari e Scienze per la Salute eletto il prof. Francesco NovelliIl, già titolare di insegnamenti afferenti al settore scientifico disciplinare di Patologia generale. Attualmente ricopre l’incarico di Direttore del Laboratorio di Immunologia dei Tumori, Centro Ricerche di Medicina Sperimentale (CeRMS), Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino e di Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Medicina Molecolare dell’Università di Torino. Dal 2019 al 2021 è stato Presidente della Commissione Ricerca Scientifica del Senato Accademico dell’Università di Torino. Tra i suoi principali interessi scientifici l’immunologia dei tumori, lo sviluppo di immunoterapie e vaccini per il trattamento dei tumori e lo sviluppo di identificazione di marcatori tumorali precoci. Ha all’attivo oltre 150 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali.

Il prof. Francesco Devicienti sarà il nuovo direttore del Dipartimento di Scienze economico-sociali e matematico-statistiche. Docente di economia e politica del lavoro, Francesco Devicienti è Fellow del Collegio Carlo Alberto, Fellow dell’IZA – Institute for Labor Economics, ricercatore senior presso il LABORatorio Revelli – Centro di Studi sul Lavoro, ed è stato consulente per la Banca Mondiale, l’Institute for Social and Economic Research (Essex, UK), per la Commissione di Indagine sulla Povertà e Esclusione Sociale, l’Istituto Nazionale per la Valutazione delle Politiche Pubbliche (ex- ISFOL), e NERA (Londra). Si occupa principalmente di struttura e disuguaglianze dei salari, contrattazione collettiva, dinamiche nel mercato del lavoro, povertà ed esclusione sociale, ed analisi micro-econometrica di dati longitudinali di fonte amministrativa. Le sue pubblicazioni sono apparse in diverse tra le più prestigiose riviste di settore internazionali e nazionali.

Stem alle donne, un segnale positivo

Al Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino è stata eletta la prof.ssa Daniela Converso. Docente di psicologia della salute e della salute occupazionale, i suoi temi di ricerca riguardano la qualità della vita e del benessere nelle organizzazioni, l’invecchiamento della popolazione lavorativa e la sostenibilità del lavoro nel ciclo di vita. Autrice di numerose pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali, si occupa inoltre di promozione della salute mentale nei contesti lavorativi. È la responsabile scientifica dello Spazio di Ascolto, il servizio di supporto psicologico dedicato al personale e alla popolazione studentesca dell’Ateneo di Torino.

Il prof. Graziano Lingua è il nuovo direttore del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione. Docente del settore scientifico disciplinare di Filosofia morale, è attualmente co-direttore del Département Humanisme numérique del Collège des Bernardins di Parigi, nonché membro del Consiglio scientifico della Maison des Sciences de l’Homme Ange-Guépin di Nantes e membro associato del Laboratorio Groupe Sociétés, Religions, Laïcités (CNRS e EPHE-PSL) di Parigi. Nei suoi lavori di ricerca si è occupato in particolare di temi relativi all’antropologia filosofica e all’etica pubblica, del rapporto tra religioni e laicità e di filosofia dell’immagine.

Al Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche eletta la prof.ssa Carla Maria Zotti, docente nel settore scientifico disciplinare di Igiene generale e applicata. È autore di numerose pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali e responsabile scientifico di finanziamenti per progetti di ricerca. In ambito di ricerca ha affrontato prevalentemente temi infettivologici, con attenzione alla patologia materno fetale, alla prevenzione vaccinale, alla epidemiologia e prevenzione delle infezioni correlate all’assistenza. Opera in gruppi di studio regionali e nazionali (ISS, CCM, AGENAS, Regione Piemonte) con obiettivi di sorveglianza e controllo di problemi di Sanità Pubblica.

Infine al dipartimento di Neuroscienze è stato eletto il prof. Mauro insegna, docente di Neurologia ed è Direttore della Divisione Universitaria di Neurologia e Neuroriabilitazione e del Laboratorio di Neurologia Clinica dell’IRCCS Istituto Auxologico Italiano – Ospedale San Giuseppe di Piancavallo (Verbania). I suoi principali campi di ricerca scientifica riguardano, tra gli altri, la Neurologia clinica e la Neuroriabilitazione, la Neuropatologia molecolare e la genetica delle malattie neurodegenerative e la Medicina del Sonno.

Total
11
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Milano, migliaia alla marcia per il clima con Greta

Next Article

Obbligo vaccinale, d'accordo 2 adolescenti su 3

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale