Universiadi, ora è ufficiale: si terranno a Napoli. "Investimento da più di 100 mln di euro"

14 discipline in cui si cimenteranno quasi 10.000 atleti provenienti da 170 Paesi del Mondo: atletica, basket, calcio, scherma, ginnastica artistica, ritmica, judo, nuoto, tuffi, pallanuoto, tennis da tavolo, taekwondo e pallavolo. Le Universiadi del 2019 si svolgeranno ufficialmente a Napoli e nel resto della Campania. Il cuore pulsante della manifestazione sarà l’ex area Nato, a Bagnoli, che ospiterà il villaggio dei Giochi. La Mostra d’Oltremare, invece, ospiterà il centro tecnico e la sala stampa, oltre a rappresentare il quartier generale dei giudici di gara e della FISU.
Un investimento da oltre 100 milioni di euro per il capoluogo partenopeo, solo per ristrutturare e ampliare gli impianti sportivi, in primi s lo stadio San Paolo di Fuorigrotta. “La cifra esatta non c’è, ma di sicuro ci vorrà uno sforzo economico straordinario”, scrive sulla colonne del Mattino Gerardo Ausiello.
La macchina organizzativa per l’edizione del 2019 partirà a maggio, ma gli uffici di Palazzo Santa Lucia e Palazzo San Giacomo sono già al lavoro per quella che sarà un’edizione ricca e complessa. Gli studenti, provenienti da più di 170 Paesi del mondo,verranno ospitati nei grandi alberghi del lungomare e del centro. L’idea, comunque, è quella di portare una disciplina in ogni capoluogo di provincia della Regione. Le date ufficiali ancora non ci sono, ma si parla del periodo 31 luglio – 11 agosto, o del 7 -178 agosto. Staremo a vedere.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Con il nuovo ISEE arriva la conferma: "In Italia le tasse universitarie tra le più alte d'Europa"

Next Article

Il Mibact cambia le tariffe dei musei statali: l'8 marzo, tutte le donne entrano gratis

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".