Una lezione di sport per genitori e figli di coach Frank Martin

E’ diventato virale il video della lezione di etica sportiva di coach Frank Martin, l’allenatore della squadra di basket dell’Università di South Carolina, che in una conferenza stampa ha parlato dell’approccio dei genitori verso i figli che praticano sport.
“Quando vado a vedere i miei figli giocare non dico niente – ha spiegato coach Frank Martin – non muovo un muscolo. Io a casa poi non alleno i miei figli. Se hanno un problema dico loro di andare a parlare dal loro allenatore. E non critico gli arbitri che sono ragazzi che passano la loro mattina ad arbitrare una partita tra ragazzi per pochi soldi…”.
Frasi che rimbalzano contro il comportamento spesso violento di molti genitori che si sentono allenatori troppo spesso e troppo facilmente, negli States come in Italia, senza rispetto per chi allena davvero, per chi arbitra e per i loro figli.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Sciopero 23 marzo, al Sud 9 maestre su 10 sono senza cattedra. "Colpa dei ricorsi contro la Buona Scuola"

Next Article

La rassegna stampa di giovedì 22 marzo

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".