Una donna alla guida dell’Università di Firenze: Alessandra Petrucci è la nuova rettrice

Professoressa ordinaria di Statistica sociale è stata eletta con 1.121 voti. “Chiamatemi rettrice, come del resto ahimè le mie poche colleghe” sono state le sue prime parole dopo la proclamazione.

Alessandra Petrucci, professoressa ordinaria di Statistica sociale, è stata eletta rettrice dell’Università di Firenze per il periodo 2021-2027, al termine della votazione che si è conclusa oggi alle 14.30. È la prima donna a guidare l’Ateneo fiorentino. Petrucci ha ottenuto 1.121 voti; l’altro candidato Gaetano Aiello 676. Le schede bianche sono state 73.

Per quanto riguarda l’affluenza alle urne, sono stati 1.868 i voti espressi, cioè l’80,31% dei voti totali degli aventi diritto – tenuto conto che il voto del personale tecnico amministrativo è calcolato nella misura del 25%.

“Chiamatemi rettrice, come del resto, ahimè, le mie poche colleghe” sono state le prime parole della rettrice Petrucci. “Sono molto contenta, ringrazio davvero tutti e sarò la rettrice di tutti. Sono felice di essere la prima rettrice donna dell’Università di Firenze. Ringrazio ovviamente chi mi ha votato ma anche chi non mi ha votato perché sarà comunque un segnale di cui dovrò tenere conto. È molto importante per un rettore o una rettrice avere contezza di tutta la sua comunità” ha concluso.

Total
1
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Quanto siete felici di andare a scuola? E quanto stressati? Ora lo dice il "feliciometro"

Next Article

Uno studente su tre non sa scaricare un file, così le differenze economiche creano lo scarto digitale

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.