Studenti spremuti fino all’osso

affitta.jpgI fuorisede se ne erano già accorti quando, con la ripresa della attività accademiche, hanno iniziato la ricerca di una stanza. Gli affitti sono alle stelle. E la conferma arriva da uno studio del Sunia (Sindacato nazionale unitario inquilini ed assegnatari) che parla di prezzi immuni da ogni crisi: per una stanza singola si arrivano a pagare fino 900 euro a Milano, 700 a Firenze, 650 a Napoli, 600 a Roma.
Dal sindacato sottolineano la gravità della situazione: “Il fenomeno ha assunto ormai caratteri molto gravi al punto da escludere intere fasce di giovani dal diritto allo studio per gli altissimi costi complessivi che le famiglie di provenienza dovrebbero sostenere”.
Inoltre spesso si tratta di contratti di tipo libero, non registrati, senza limite di canone, sub-affitti collegati. Per il Sunia quindi è ora di interventi straordinari che, attraverso la revisione dell’imposizione fiscale, possano calmierare i prezzi.
Come ogni anno il sindacato ha monitorato l’andamento del mercato di centri grandi e piccoli. In quelli più frequentati dagli studenti la situazione è peggiorata ancora. A Firenze, ad esempio, un posto letto costa in media 350-400 euro e una stanza 700. A Bologna 250-280 se si divide una stanza e 370-500 per una singola. Milano è la capitale del salasso formato studente: per un posto letto in zona Brianza, occorrono circa 450 euro; per una stanza singola si va da un minimo di 650 (zona Bande Nere) a un valore medio di 800 (zona Lambiate, Udine e Fiera) a un massimo di 900 (in zona Vittoria). Neanche Roma onora l’ospitalità: in zone vicine alle università centrali (San Lorenzo, Piazza Bologna) vengono chiesti circa 600 euro per una stanza singola, 450 per un posto letto in una doppia; un po’ meno (550 euro per una camera singola) in zone vicine agli altri atenei (Ostiense e Cinecittà). Si risparmia soltanto se ci si sposta in aree periferiche: 300 euro per un posto letto e 450 una singola in zone Prenestina, Centocelle e simili.
E Napoli sorprende con prezzi da capitale degli studi: per un posto letto occorrono 300/450 euro, per una stanza si spende dai 400 ai 600 euro, con i prezzi più alti nelle zone Policlinico, Vomero e Colli Aminei.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

4 venditori di auto con diploma

Next Article

Appassionati di marketing a Roma

Related Posts
Leggi di più

Regalo di Natale al ministro Valditara: 500mila euro in più per il suo staff grazie ai tagli alla didattica

Un emendamento presentato dall'ex sottosegretario Rossano Sasso stanzia ulteriori 480mila euro per consulenti e collaboratori del Ministero dell'Istruzione. Soldi che verranno prelevati dal fondo per la didattica previsto dalla legge sulla Buona Scuola del 2015. Le opposizioni gridano allo scandalo ma da Viale Trastevere provano a gettare acqua sul fuoco: "Spese in linea con gli anni precedenti".