Studentessa incendia il banco di scuola: voleva fare un video su Tik Tok

Nessun ferito solo uno spavento per docenti e compagni di classe. Era già successo a fine 2021 quando dei ragazzi di 10 anni avevano incendiato cassonetti per fare video da postare sul social

Una studentessa di una scuola media della provincia di Parma da fuoco al suo banco di scuola per seguire un trend su Tik Tok, per fortuna, senza gravi conseguenze.

Dopo aver visto un video sulla nota piattaforma social che spopola tra i giovanissimi, in cui si incendiavano libri e quaderni, ha pensato bene di emularlo e rifarlo a scuola. Il risultato, però, è stato disastroso: banco di scuola incendiato e grande paura per compagni e docenti.

I precedenti incendi per Tik Tok

Purtroppo non si tratta di un caso isolato, già a settembre 2021, una ragazza aveva tentato di fare altrettanto: anche in questo caso, però, nessuna grave conseguenza. Mentre in provincia di Cesena, a dicembre, giovanissimi avevano dato fuoco a dei cassonetti per pubblicare video sempre sul Tik Tok, i ragazzi, quasi bambin, avevano tra i 10 e i 12 anni.

Gli incendi, una dozzina, anche tre in un giorno e avevano creato preoccupazione. Grazie alle immagini della videosorveglianza, anche privata, e all’aiuto di qualche testimone, l’8 dicembre gli agenti hanno colto in flagranza uno dei responsabili. Nel telefono del ragazzino, che è stato sequestrato, sono stati trovati i video. I fatti e l’identità degli autori sono stati rappresentati alla Procura per i minorenni.

Leggi anche:

Total
1
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scandalo al liceo, adesso gli studenti difendono la preside: "No alla gogna mediatica. Ispezione accerti in fretta la verità"

Next Article

Legge sulla doppia laurea in dirittura d'arrivo, la ministra Messa: "Via libera in questa settimana"

Related Posts
Leggi di più

Elezioni, come si vota domenica 25 ed evitare di sbagliare

Le schede elettorali del 25 settembre, quella rosa per la Camera, la gialla per il Senato. Si vota tracciando un segno sul rettangolo contenente il contrassegno della lista e i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale. Il voto così espresso vale anche ai fini dell'elezione del candidato nel collegio uninominale e a favore della lista nel collegio plurinominal.