Lo smog causa la perdita precoce delle capacità cognitive

SMOG : RAGAZZA CON MASCHERINA

Lo smog avvelena anche la nostra mente. La coltre di polveri sottili che ricopre le nostre città accelera la perdita delle capacità cognitive nelle persone anziane: è uno dei risultati di una ricerca condotta dagli studiosi della University of Southern California (Los Angeles).

Lo studio, pubblicato sul Journal of Gerontology Series, ha coinvolto 780 soggetti sopra ai 55 anni. I ricercatori hanno sottoposto i volontari a diversi tipi di test (ad esempio di carattere matematico o mnemonico); poi, sulla base dei risultati ottenuti, ad ogni soggetto è stato assegnato un punteggio che misurasse il suo grado di declino cognitivo.

Incrociando questi dati con quelli relativi alla residenza dei volontari, ne è emerso che i soggetti residenti in città particolarmente inquinate subiscono un degrado delle capacità cognitive molto maggiore rispetto a coloro che abitano in zone più pulite.

In particolare, lo studio ha mostrato come la concentrazione di smog superiore ai 15 microgrammi per metro cubo, ha una diretta ripercussione sulla riuscita del test, causando un numero maggiore di errori, e quindi sulle capacità cognitive dei soggetti presi in esame.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Classifiche delle Università: maneggiare con cura

Next Article

Lui è disabile, i compagni di classe gli costruiscono una bicicletta speciale

Related Posts
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.