Scuola, Università e Ricerca: la rassegna stampa di martedì 1 settembre

Scuola, Università e Ricerca. Ecco gli articoli di oggi scelti per voi dalla redazione di CorriereUniv.
DEPORTAZIONI? SPOSTATO UN INSEGNANTE SU DIECI – Il ministro Giannini, in un’intervista al Corriere della Sera, rilancia sulla riforma della scuola. “E’ arrivato il momento di agire. Parlare di deportazione è profondamente scorretto”.
SCUOLA, 5.000 PRECARI IN PIU’ NELLA GAE – Una sentenza del Consiglio di Stato rimette in gioco quasi 2.000 precari magistrali, che potranno così accedere alle graduatorie. Il Miur precisa: “Non torniamo indietro”
IL 20 % DELLE SCUOLE E’ SENZA PRESIDE – Su Italia Oggi i numeri di una situazione delicata a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico. In molti saranno costretti a fare da spola tra più istituti.
POST EXPO, SI DECIDE IL FUTURO DELL’AREA – Dopo la fine dell’esposizione universale si passa a decidere come utilizzare i migliaia di metri quadrati. La Statale di Milano ha proposto di realizzare un campus universitario.
RICERCA, IL BONUS PREMIA LE ALLEANZE – Allo studio per la stabilità nuove regole per ricerca, atenei e start up che decidono di unirsi. L’ipotesi di un credito d’imposta sul totale della spesa.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Intervista al ministro Giannini: "Parlare di deportazione è inaccettabile"

Next Article

In Francia gli studenti universitari possono chiedere un anno sabbatico

Related Posts
Leggi di più

Un’intera classe in sciopero contro il compagno bullo. I genitori: “Da due anni i nostri bambini vivono in un incubo”

Scoppia la protesta contro il bullismo in un istituto di Jesi, in provincia di Ancona. Quattordici genitori decidono di non mandare più i loro figli a scuola per la presenza di un bambino che avrebbe atteggiamenti violenti contro di loro, denunciando denti rotti, Amuchina negli occhi, insulti e minacce. La preside: "Problema c'è ma è stato ingigantito".