Scuola, arriva il Piano d’azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere

scarpe-contro-la-violenza-delle-donne

La Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le pari opportunità – sta predisponendo – con il contributo delle Amministrazioni interessate, delle Regioni e degli Enti locali e delle Associazioni impegnate a livello nazionale sul fenomeno della violenza di genere – il Piano d’azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere.

Il Piano, secondo quanto previsto dall’articolo 5 del Decreto Legge n.93 del 14 agosto 2013, ha come obiettivo principale quello di garantire azioni omogenee nel territorio nazionale volte a prevenire e a contrastare il grave fenomeno della violenza di genere nonché a tutelare le donne che subiscono violenza e i loro figli.

image

Dalle ore 9:00 del 10 dicembre 2014 alle ore 23:00 del 10 gennaio 2015 è possibile partecipare alla consultazione pubblica per fornire un utile contributo in merito alle linee d’azione contenute nel Piano.

I risultati delle consultazioni saranno considerati quali elementi utili per l’elaborazione definitiva del Piano.

Ecco la piattaforma per partecipare alla consultazione

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Pagelle alle insegnanti: scoppia il caso a Verona

Next Article

Lombardia, studenti in presidio contro i tagli al Diritto allo Studio

Related Posts
Leggi di più

Scuole occupate, nessuna retromarcia sulle sanzioni agli studenti: “Ci sono 500mila euro di danni. Qualcuno deve pagarli”

Il direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale del Lazio, Rocco Pinneri, conferma la linea dura sulle denunce (e richiesta di risarcimento dei danni) nei confronti degli studenti che prima di Natale avevano occupato diversi istituti. "Una cosa è manifestare democraticamente, un'altra violare il diritto all'istruzione" ha detto. Oggi nuovo incontro con il movimento de "La Lupa".
Leggi di più

Covid, in arrivo nuove regole a scuola: Ffp2 gratis per gli studenti in autosorveglianza e stop ai certificati medici per tornare in classe

In arrivo un nuovo decreto per cercare di semplificare e uniformare le regole sui contagi a scuola. Si cercherà di alleggerire il carico dei tamponi sia alle famiglie che alle Asl abolendo l'obbligo, oggi in vigore per le scuole primarie, quando c'è soltanto un caso positivo nel gruppo classe. E alle superiori per tornare in classe non servirà più il certificato medico ma solo un tampone rapido.