Sbalzi di temperature rischiosi per gli anziani cardiopatici

Schermata 2013-05-28 a 12.12.36

Un clima ‘ballerino’ con sbalzi di temperatura improvvisi tra caldo e freddo puo’ diventare un pericolo per le persone cardiopatiche. L’abbassamento di diversi gradi del termometro anche a ridosso dell’estate e’ un fattore di rischio che puo’ provocare, in chi e’ gia’ sofferente, un dolore al torace persistente e assumere la connotazione del ‘colpo al cuore’, battiti piu’ forti e irregolari che possono innescare anche la mancanza di respiro.

“Il passaggio repentino, come sta accadendo in questi giorni, da un clima caldo a temperature piu’ basse puo’ provocare una sensazione di sconforto nel petto, con un dolore oppressorio che non deve essere sottovalutato nelle persone anziane con una condizione cronica di patologie coronariche”. Spiega all’Adnkronos Salute Francesco Romeo, direttore della Cardiologia dell’Universita’ di Roma Tor Vergata. “I soggetti con problemi coronarici -aggiunge- devono stare attenti e non scoprirsi quando il clima e’ ancora incerto, perche’ il freddo pungente puo’ diventare pericoloso determinando una vasocostrizione che puo’ favorire in casi particolari anche infarti e ictus. A

rischio in Italia c’e’ qualche milione di persone -sottolinea Romeo- ma anche chi soffre di malattie respiratorie e ipertensione deve evitare comportamenti che possono esporre l’organismo a forti sbalzi termici. Altrimenti -chiosa- le patologie curate d’inverno possono improvvisamente riacutizzarsi d’ estate”. Prima cosa da fare quando si avverte un fastidio al petto e’ rivolgersi al medico. “In queste giornate cosi’ strane da un punto di vista meteorologico -precisa l’esperto- gli anziani devono evitare di indossare capi troppi leggeri, devono invece coprirsi bene se necessario. Magari -conclude- seguire anche le previsioni meteo per verificare eventuali abbassamenti di temperature e uscire di casa gia’ preparati”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Rossella Falk, la madame in cerca d'autore

Next Article

Assunse 30 maestre, la Corte dei Conti dà ragione al sindaco De Magistris

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".