Sapienza, 300 corsi e test per tutti

sapienzalogo.gifL’ateneo più grande d’Europa si rinnova e presenta molte novità: l’offerta formativa è stata rimodulata e, dal prossimo anno accademico, gli studenti che vorranno iscriversi alla Sapienza di Roma potranno scegliere tra 219 corsi di studio riordinati, corrispondenti a lauree, lauree magistrali e lauree a ciclo unico e tra 282 master di I e II livello.
A questi vanno aggiunti 92 corsi per le lauree triennali e 16 per quelle specialistiche biennali. È quanto previsto dal nuovo manifesto degli studi della Sapienza per l’anno accademico 2009-2010. Sono due, invece, le nuove facoltà attivate nell’ateneo: Ingegneria dell’informazione e Ingegneria aeronautica e dello spazio.
Test per tutti. Tra le novità dell’anno accademico 2009-2010 ci sono anche le prove di ingresso per la verifica delle conoscenze previste per la prima volta, per tutti i corsi di studio. Una procedura che sarà applicata anche ai corsi ad accesso libero e che sarà obbligatoria. L’eventuale esito negativo non determina la mancata iscrizione, ma un «obbligo formativo» da assolvere entro il primo anno attraverso corsi di recupero.
Ipotesi bonus per i migliori. Inoltre, gli studenti studenti che hanno conseguito la Maturità con la votazione di 100/100 potrebbero essere esonerati dal pagamento delle tasse. Un’ipotesi che l’università intende sottoporre all’esame del Consiglio di amministrazione il prossimo 15 settembre.

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ingegneri e informatici da Altran

Next Article

Tesi sui temi ambientali, premio in scadenza

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.