Matricole benvenute al Rookie Crazy Race

Una giornata da pilota per tutti gli universitari di Napoli. Il race non motorizzato accoglie le matricole

Un evento senza precedenti, una rivisitazione del “ freshman day” tipico dei college americani. Stiamo parlando dell’iniziativa dell’ associazione UNINA dell’Università di Napoli Federico II che domani accoglierà le matricole in modo frizzante e originale.

Chiunque può vivere una giornata da pilota, pur non avendo particolari mezzi o attitudini meccaniche. Non sarà premiato necessariamente il più veloce ma il pilota e il veicolo più ingegnoso e divertente.

La gara. Basta costruire eccentrici veicoli monoposto o biposto, non motorizzati , a tre o quattro ruote,per poter competere in una vera e propria battaglia di velocità. Si tratta di una gara per piloti amatoriali, animati da spirito di competizione e voglia di dimostrare la propria creatività. Questo race non motorizzato, unico nel suo genere, si basa esclusivamente sulla forza motrice della gravità; una rampa di lancio dà la spinta necessaria per affrontare la pendenza del percorso e permette al veicolo di raggiungere la velocità adeguata.

Musica e intrattenimento. Alla gara seguirà la “Dj Battle” un contest tra DJ selezionati non solo per le loro capacità tecniche, quanto piuttosto per la loro abilità nell’improvvisare, divertire ed intrattenere.

L’appuntamento. L’iniziativa, aperta a tutti gli studenti universitari di Napoli, si terrà nel complesso di Monte S. Angelo edificio 8b dalle 12.00 alle 18.00.

Ogni informazione a:
Associazione UNINA
Complesso Universitario Monte Sant’Angelo, Edificio 3 Piano 0
Napoli
Tel. 081/679923
[email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Adi, una petizione on line contro le tasse

Next Article

Indignati, l'ultimo saluto a Mario Draghi

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.