La ricerca è donna

“Parlare, Ascoltare Confrontare: inter-azioni, integr-azioni fra donne di scienza” oggi presso il complesso di Monte Sant’Angelo

Si tiene in queste ore presso la Sala Azzurra del complesso universitario di Monte Sant’Angelo a Napoli: “Parlare, Ascoltare Confrontare: inter-azioni, integr-azioni fra donne di scienza” ovvero un convegno promosso da “Donne nella scienza”.
Ordinamento napoletano nato nel 2007, “Donne nella scienza” ha unito varie ricercatrici provenienti da tutte le facoltà scientifiche della Federico II si è poi arricchita negli anni di membri da ogni ente di ricerca oltre che da altri ambiti della ricerca stessa.
Il convegno annuale, in cui tutte si incontrano per discutere le problematiche ma anche per raccontare i successi, quest’anno sta facendo i conti con una situazione di precariato ampiamente diffusa. Organizzato con il contributo dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare della Federico II, dalla Fondazione IDIS Città della Scienza e dall’Assessorato al’Agricoltura della Regione Campania prevede due sessioni principali durante la giornata: nella mattinata infatti si è tenuta la presentazione di un’indagine per valutare la presenza di ricercatrici donna all’interno dell’ateneo federiciano e invece il pomeriggio sarà interamente dedicato allo sviluppo del rapporto Donna-Ricerca Scientifica- Lavoro con la proiezione di un cortometraggio sull’emigrazione intellettuale femminile e una tavola rotonda.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Preside promosso con 30

Next Article

Benvenuto Presidente

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.