La rassegna stampa di venerdì 29 aprile

Scuola, Università e Ricerca: ecco gli articoli selezionati questa mattina dalla redazione del Corriere dell’Università.
Corriere della Sera – Scuola, scontro sullo sciopero dei prof – I sindacati di settore indicono uno sicopero dei docenti per il prossimo 23 maggio proprio il giorno in cui parte il concorsone che dovrebbe portare in cattedra oltre 63  mila nuovi prof. Il commento del Ministro Giannini: “E’ singolare: noi assumiamo”.
La Repubblica – Concorsone, giallo sui falsi allarmi – Durante l’intera giornata di ieri si sono susseguite, soprattutto sui social network, le segnalazioni riguardo presunte irregolarità nelle sede concorsuali, in particolare a Roma e a Palermo. A risolvere la questione è dovuto intervenire il Miur che ha smentito qualsiasi irregolarità e ha invitato le fonti di informazione a non generare allarmismo.
L’Unità – Ottomila scuole, per un fitto calendario di eventi sull’online – Migliaia di scuole su tutto il territorio nazionale hanno organizzato iniziative per celebrare l’Italian Internet Day, il trentennale dal primo collegamento in Rete partito dal nostro Paese.
Il Sole 24 Ore – Un nuovo ruolo per i ricercatori – Non una semplice assunzione, ma un progetto per l’impiego organico a lungo tempo: il ministro Lorenzin spiega il piano del Ministero della Salute per il reclutamento di circa 20 mila ricercatori e scienziati nella Sanità Pubblica.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Rapporto Almalaurea, aumenta il divario Nord-Sud. Gli studenti: "Subito investimenti"

Next Article

Disneyland Paris cerca 70 ballerini e figuranti, selezioni a Roma e Catania

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).