La persona nel XX sec

In rassegna presso la facoltà di lettere e filosofia “Il ritorno della persona nell’epoca della dignità e dei diritti dell’uomo”

La facoltà di lettere e filosofia della Federico II di Napoli ha presentato “Il ritorno della persona nell’epoca della dignità e dei diritti dell’uomo”. Un seminario nato dalla pubblicazione dell’Enciclopedia della persona nel XX secolo a cura di Antonio Pavan, professore di Filosofia morale presso l’ Università degli Studi di Padova.
Erano presenti in aula oltre al curatore dell’opera, il magnifico rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II Guido Trombetti, il preside della facoltà di lettere e filosofia Arturo De Vivo, il prof. Francesco Donadio, il prof. Pasquale Giustiniani, la prof. Renata De Lorenzo, il prof. Fulvio Tessitore e il prof. Andrea Milano che ha introdotto il seminario.
Originali i saluti del rettore Guido Trombetti che ha iniziato il suo intervento da un’osservazione desunta dalla lettura del testo e dalla riflessione sul titolo stesso del seminario: “Mi sono fermato al secondo rigo dell’enciclopedia ed ho pensato perché il ritorno della persona se tutto sembra dimostrare che nel 900 essa sia scomparsa?”.
Una domanda molto stimolante per i docenti presenti che ha permesso di introdurre subito l’argomento del seminario ed il contenuto dell’opera enciclopedica. “È vero che nel ‘900 c’è molta conflittualità e complessità tale che la persona sembra esserne schiacciata” risponde la prof. De Lorenzo del dipartimento di discipline storiche della Federico II, ma bisogna ricontestualizzarla e non considerarla più secondo gli approcci tradizionali.
Molte le parole di elogio verso un’opera così importante nata come osserva il Prof. Donadio da una grande passione e intelligenza e non senza fatiche intellettuali.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Anche i cervelli, a volte, ritornano

Next Article

Udu e Link studenti scendono in piazza

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".