La forza dell'amore

In estate ci si ammala di meno e ci si innamora di più!
Nel profondo del cuore tanto i maschi come le femmine temono che l’amore vero, sincero sia pericoloso e spesso scelgono di non impegnarsi.
Io vedo l’amore come arricchimento e miglioramento di se stessi per creare una nuova realtà: la coppia. Due persone che ad un certo punto della vita entrano in uno stato creativo pieno di energia e entusiasmo in cui si riconoscono e tendono alla fusione e si riscoprono con slancio in un nuovo mondo. Ciascuno compie delle rinunce ma tiene saldi i propri valori.
Semplifichiamo con uno schema di tre fasi: Attrazione Innamoramento Attaccamento.
Il legame di coppia si consolida nella fase dell’attaccamento ma a volte si rinuncia prima.
Ti innamori di chi ti piace. Quello che non è abbastanza chiaro è che non deve piacerti tutto. Non esiste il 100% dell’eccellenza. Se solo il 20% fosse così straordinario e gratificante da giustificare l’80% che rimane è la persona giusta.
Importante è che ti piaccia così tanto quella piccola parte che ti entusiasma che possa coprire tutta la parte che non ti entusiasma.
Amare ed essere amati significa avere progetti comuni e accettare l’altro senza giudicarlo, così da essere più forti e sicuri. L’amore è potenza interiore perché moltiplica il meglio che è in noi.
Il vero amore non è solo un sentimento euforico e spontaneo. E’ una scelta volontaria, un piano che prevede di amarsi l’un l’altro.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Test Medicina, i consigli del giorno prima: cosa fare e cosa no

Next Article

Test Medicina, gli ultimi consigli della prof per domani

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"