Graduatorie Test Medicina, ecco i risultati ufficiali: crolla la soglia d’ingresso

>>>ANSA/ TEST DI MEDICINA, TRA DON CHISCIOTTE E CHIMICA OSTICA

GRADUATORIE TEST MEDICINA – Test di Medicina, ci siamo. E’ arrivato il giorno della verità per più di 63.000 studenti: verranno pubblicate oggi, infatti, le graduatorie ufficiali diffuse dal MIUR per il Test di Medicina e Chirurgia dello scorso 8 aprile.

Anche quest’anno non sono mancate le polemiche, così come le segnalazioni arrivate da più parti d’Italia. A Bari, per esempio, il caso che ha sollevato più clamore, dove si segnala la sparizione di un plico e di un test. A Napoli, poi, nella struttura di Monte Sant’Angelo, è stata segnalata la foto di un test finito nella spazzatura.

Tante le testimonianze che hanno chiesto a gran voce anche l’annullamento della prova in tutta Italia: le stesse associazioni studentesche hanno cavalcato la battaglia contro il numero chiuso, facendo da punto di riferimento per tutte le voci dagli Atenei del Paese.

L’Unione degli universitari ha presentato un “esposto in procura, chiedendo il sequestro di tutti i test che si sono svolti a Bari, comprese le brutte copie, perché solo cosi’ – scrivono – si può verificare se ci sono state irregolarità”, visto che all’ateneo pugliese gli stessi esaminatori hanno denunciato l’arrivo di un pacco manomesso dal quale sarebbero state sottratte due copie, bella e brutta, con le domande dei test”.

Ma per gli studenti non è finita: tutti, a prescindere dal risultato dei test, dovranno rimettersi sui libri in vista della Maturità. Per la prima volta, infatti, il test si è tenuto ad aprile, prima dell’esame di Maturità. Una novità che ha messo a dura prova i ragazzi, suscitando le proteste anche del corpo docente.

Il ministro Stefania Giannini non ha escluso un ripensamento del sistema dei test, da sempre punto chiave per gli studenti. “Ho un ascolto doveroso e attento ai contro oltre che ai pro del test a primavera” – dice a Radio 24 il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. “Ascolto doveroso a tutti quelli che mi dicono che gli studenti stanno orientando la loro concentrazione ed energie sul test e questo va a scapito della serenità di preparazione all’esame”.

I posti disponibili quest’anno per Medicina sono poco meno di 10.000: solo uno su sette, quindi, ce la farà. Il MIUR ha comunicato che i risultati verranno esposti sulla pagina istituzionale www.istruzione.it. Per controllare il proprio punteggio e la posizione in graduatoria sarà necessario effettuare il login inserendo il codice pin ricevuto da ogni studente il giorno del test.

Medicina

 

La graduatoria nazionale definitiva sarà disponibile solo il prossimo 12 maggio. Sarà fondamentale, per gli studenti, confrontare la graduatoria con quella dello scorso anno, per orientarsi e capire al meglio la propria posizione.

Il primo studente in graduatoria ha totalizzato un punteggio di 80,50, il secondo 78,60, il terzo 76,70. I primi quattro in graduatoria hanno totalizzato il punteggio massimo in Cultura Generale. La soglia limite si ferma a 33,70, piuttosto bassa rispetto agli anni precedenti. Nell’anno passato il primo studente in graduatoria aveva totalizzato un punteggio di 80,90.

Ad una prima analisi, la soglia per l’ingresso nei posti disponibili si è abbassata, e di parecchio. Nel 2013 siamo 41,50 come punteggio minimo per entrare; quest’anno, invece, ci si ferma al 33,70. Un calo di 7.8 punti.

In totale su 63.000 candidati in 410 sono andati in punteggio negativo. Gli ultimi due studenti in graduatoria hanno totalizzato -11, e -13,30. In 57 hanno totalizzato 0.

Non si è fatta attendere la risposta degli studenti: “I punteggi del Test d’ingresso sono ai minimi storici: ecco la prova che il Test ad aprile è dannoso. Siamo pronti a mobilitarci per difendere il diritto allo studio” – hanno commentato al Corriere dell’Università le associazioni studentesche UDU e Rete degli Studenti Medi.

ECCO LE RISPOSTE AL TEST DI MEDICINA

CONTROLLA LA TUA POSIZIONE IN GRADUATORIA QUI

Guarda anche la graduatoria ufficiale di Medicina Veterinaria

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L'umanità divisa tra belli e brutti (forse soltanto tra centomila anni)

Next Article

80 euro a meno della metà dei prof: altro che rinnovo del contratto

Related Posts
Leggi di più

Green pass Day, regole controlli e eccezioni

Per i dipendenti che non hanno esibito la certificazione verde all’ingresso del luogo di lavoro è scattata da subito l’assenza ingiustificata e la sospensione dello stipendio, senza perdere il loro rapporto di lavoro, fino all’esibizione del Green pass.