Udine alla conquista del "Capitello d'oro"

indianajones.jpgL’antica civiltà dei castellieri friulani rivive sul grande schermo: gli archeologi dell’università di Udine e le loro indagini sono protagonisti nel film-documentario del regista Massimo Garlatti-Costa “Uomini di terra, l’antica civiltà dei castellieri”, in concorso il prossimo 4 luglio al Festival internazionale del cinema archeologico “Capitello d’oro” di Roma.
La pellicola, un documentario storico della durata di 26 minuti, prodotto dalla Raja Films, racconta l’antica e ancora, per molti aspetti, misteriosa civiltà dei castellieri, gli imponenti terrapieni che venivano innalzati a presidio del territorio da quei popoli antichi presenti in Friuli 4.000 anni fa.
Il documentario di Garlatti-Costa, seguendo sul campo i lavori degli archeologi dell’ateneo friulano e attraverso le interviste a Paola Cassola Guida e Susi Corazza, rispettivamente direttore scientifico degli scavi e coordinatrice delle operazioni sul campo, presenta gli aspetti salienti della vita dei nostri antenati, le tecniche costruttive, le attività produttive e le strutture abitative e difensive del tempo.
La scelta di mostrare il lavoro sul campo condotto da studenti e docenti dell’università, le rievocazioni storiche realizzate ad hoc e l’interagire del presentatore del documentario, Loris Vescovo, con gli archeologi che raccontano il loro lavoro «rafforzano nello spettatore – spiega Garlatti-Costa – la percezione che la storia è presente ancor oggi in questi luoghi. Le interviste ai maggiori esperti della cultura dei castellieri, offrono allo spettatore la possibilità di calarsi in una storia il più possibile viva e affascinante».
Le ricerche presentate nel documentario, rientrano nell’attività che da anni l’ateneo di Udine conduce in vari siti del Friuli, grazie all’interesse manifestato dalla Regione e da un gruppo di Comuni costituiti in consorzio per dare impulso a questi studi e tutelare tumuli e castellieri. In particolare, le immagini sono state girate nei siti di Variano, Sedegliano, Galleriano e Castions di Strada.
Gli Indiana Jones dell’università di Udine e le terre friulane dei castellieri passeranno dunque sul grande schermo, nell’Auditorium Parco della Musica di Roma, il prossimo 4 luglio, al “Capitello d’oro”, manifestazione che intende avvicinare l’archeologia al grande pubblico, trasmettendo non soltanto notizie e immagini di straordinarie imprese e ritrovamenti, ma anche la passione per la ricerca, l’emozione della scoperta, la meraviglia di un lavoro affascinante, ma duro, che esige disciplina e preparazione. Il film-documentario “Uomini di terra, l’antica civiltà dei castellieri” rientra tra le 20 selezionatissime pellicole in concorso e correrà nella sezione “Didattica”.
Manuel Massimo 

Total
0
Shares
1 comment
  1. Siccome abito all’estero (FRANCIA) sarei interessato a sapere come (o dove) si puo’ fare per vedere (o per avere copia su supporto tipo DVD) il film.
    Ringraziandovi anticipatamente porgo cordiali saluti.
    Sergio Gnesda

Lascia un commento
Previous Article

Un'estate per crescere

Next Article

Amanti delle piante su Vicenza

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.