Giornata Internazionale dello studente: eventi e flash mob in tutta Italia

Centinaia di eventi, manifestazioni, cortei e flash mobs in tutta Italia per celebrare la Giornata Internazionale dello studente:  a coordinare le iniziative sono soprattutto le associazioni studentesche. Gli studenti scenderanno in oltre 50 piazze italiane all’insegna dello slogan “vogliamo tutto #pertutti, privilegi per nessuno”.
A pochi giorni di distanza dai terribili attacchi terroristici che hanno colpito Parigi, gli studenti italiani ed europei si mobilitano per la giornata internazionale per il diritto allo studio, il 17 novembre. L’OBESSU e l’ESU, i sindacati europei degli studenti medi ed universitari, ad ottobre avevano lanciato un appello internazionale per ribadire l’importanza della libertà di movimento e di istruzione a livello europeo, come unico strumento per ottenere una vera società di integrazione e diritti.
“Dopo i fatti di Parigi dei giorni scorsi crediamo sia necessario ripetere con ancora più forza che l’unico strumento per creare una vera società europea fondata sull’integrazione e sulla pace è garantire il diritto all’istruzione e facilitare il libero movimento delle persone – Dichiara Alberto Irone, portavoce nazionale Rete Studenti Medi –  ‘Free to move, free to learn’ questo è il nome della campagna che stiamo portando avanti nelle nostre scuole e nelle nostre università”.
“Saremo presenti nelle città, nelle scuole e nelle università con numerose iniziative ed attività – Prosegue Jacopo Dionisio, coordinatore nazionale dell’Unione degli Universitari – per rivendicare che un’istruzione realmente accessibile a tutti, indipendentemente dalle origini geografiche o sociali, è necessaria. Un diritto allo studio quasi del tutto inesistente, le spese altissime sostenute da studenti e famiglie, il consolidarsi delle disuguaglianze nella possibilità di accesso ai gradi più elevati dell’istruzione, sono barriere che devono essere abbattute. L’istruzione è un diritto universale e il primo strumento d’integrazione possibile. Per questo c’è bisogno di un paese che faccia dell’uguaglianza la sua parola d’ordine e ci renda veramente liberi di studiare”.
Di seguito l’elenco delle iniziative:

Trentino Alto Adige

  • Trento: flash mob

 

Friuli Venezia Giulia

  • Pordenone: Assemblee tematiche nelle scuole- Istruzione come mezzo di abbattimento delle diseguaglianze in Europa – Dibattito su Parigi e terrorismo

 

Veneto

  • Castelfranco: Assemblea pubblica

  • Conegliano: flash mob e assemblea tematica

  • Venezia: flash mob e assemblee tematiche nelle scuole e università – assemblea con azioni simboliche in Teatro

  • Vicenza: presidi informativi e iniziative simboliche

  • Verona: flash mob nelle piazze

  • Rovigo: flash mob e azioni dimostrative nelle scuole

  • Mirano: flashmob nelle scuole, distribuzione del giornalino studentesco “Il mancino”, minuto di silenzio all’intervallo in tutte le scuole

  • Feltre: distribuzione giornalino studentesco “Il mancino” nelle scuole

  • Padova: assemblee mattutine nelle scuole; flash mob di studenti medi ed universitari e assemblea in Prato della Valle

  • Treviso: azioni simboliche nelle scuole

 

Lombardia

  • Pavia: conferenza “La minaccia del terrorismo, la sfida dell’intelligence”

 

Emilia Romagna

  • Flash mob nelle scuole di tutta la regione

  • Cesena: Assemblea tematica sul diritto allo studio al Liceo Augusto Righi

  • Modena: Cineforum – proiezione del film Diaz

  • Parma: assemblea studentesca sulle condizioni materiali degli universitari

 

Marche

  • Ancona: flash mob sul tema del diritto allo studio

  • Macerata: lezione in piazza sul tema dello studente nella storia

  • San Benedetto: iniziative simboliche

 

Umbria

  • assemblee d’istituto tematiche a Magione e Spoleto

  • assemblea a Terni

  • iniziativa regionale di studenti medi ed universitari con assemblea sul tema della rappresentanza studentesca

 

Toscana

  • Pisa: raccolta vestiti, assemblee con migranti, pranzo sociale in una scuola e assemblea sulla libertà di studiare; proiezione serale del film “Fino a qui tutto Bene”

  • Firenze: raccolta di vestiti nelle scuole, attacchinaggio di poesie su migranti, flash mob di studenti medi e universitari sul ponte delle grazie alle ore 15:30

  • Sesto fiorentino: raccolta vestiti e poesie

  • Prato: raccolta vestiti e poesie

  • Livorno: raccolta vestiti nelle scuole e sit-in/assemblea in piazza

  • Grosseto: raccolta vestiti e poesie nelle scuole, volantinaggio e assemblea in una Scuola

 

Lazio

  • Frosinone: Assemblea con Emergency e Amnesty International

  • Roma: Mobilitazione Studentesca ore 09.30 Piramide e flash mob nelle università Sapienza e Roma 3 sul tema della libertà di movimento

 

Campania

  • Napoli: conferenza: “La questione Meridionale: ripartiamo dall’Università”

 

Sardegna

  • Cagliari: assemblea e aperitivo con associazioni cittadine, ore 18:00, sede Unica 2.0:

  • Sassari: manifestazione, ore 9 Piazza Emiciclo

 

Sicilia

  • Piazze Tematiche a Palermo, Siracusa, Caltanissetta, Vittoria, Trapani

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Al via OrientaSud: meno Neet con orientamento, formazione e inserimento al lavoro

Next Article

Carta del Docente: le FAQ del Miur su come utilizzarla

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale