“Gesù di Nazaret” all’Università Federico II

Aula Pessina, facoltà Giurisprudenza. Iniziativa della Libreria Editrice Vaticana per presentare e discutere il libro di Papa Joseph Ratzinger.

Verrà presentato mercoledì 2 maggio alla Federico II, nell’ambito del progetto Gesù di Nazaret all’Università, il libro di Papa Benedetto XVIGesù di Nazaret“.
E’ un’iniziativa promossa dalla Libreria Editrice Vaticana, coordinata dal professore Pierluca Azzaro dell’Università Cattolica di Milano, per presentare e discutere il libro di Papa Joseph Ratzinger.

Apriranno la manifestazione Massimo Marrelli, Rettore dell’Università Federico II, il Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo Metropolita di Napoli, Mario Rusciano, Presidente del Polo delle Scienze Umane e Sociali, e Don Giuseppe Costa, Direttore Libreria Editrice Vaticana.

Angelo Abignente, Franco Amarelli, Aurelio Cernigliaro, Carmine Donisi, Antonio Palma, Patrick Valdrini e Massimo Villone dialogheranno con il Cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi.

Le conclusioni saranno affidate a Lucio De Giovanni, Preside della Facoltà di Giurisprudenza.

L’’appuntamento è il 2 maggio, alle 16,30 nell’Aula Pessina della Facoltà di Giurisprudenza dell’ ateneo Federico II, in corso Umberto I 40, a Napoli.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Politecnico di Milano, boom di domande di studenti stranieri

Next Article

New York: niente più abbracci a scuola

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".