Fiera della casa pro cultura

Inaugurata la 54° edizione della Fiera della Casa presso la Mostra d’Oltremare

La Fiera della Casa, giunta alla 54° edizione, è stata inaugurata alla presenza del Presidente di Mostra d’Oltremare Nando Morra insieme al neo Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro e il Vice Presidente della Provincia Gennaro Ferrara.

La fiera, che quest’anno si arricchisce di valori artistici, ha accolto al suo interno l’Accademia di Belle Arti di Napoli diretta da Giovanna Cassese e presieduta da Sergio Sciarelli ma anche la Fondazione Plart al Padiglione America Latina. Altra novità, l’Outlet solidale, uno spazio nel padiglione 10 con i brand partenopei dell’abbigliamento che partecipano all’iniziativa a favore dei progetti messi in campo dalla Diocesi di Napoli.
“Questa è una zona strategica per il commercio e il rilancio economico di Napoli – ha dichiarato Luidi de Magistris – sono contento di essere qui. Quest’area è dei napoletani e deve tornare ad essere una zona di innovazione e ricerca. Napoli è viva non è una città morta”.

Il Direttore Giovanna Cassese al Corriere dell’Università ha dichiarato: “Questo è un evento molto significativo, la Mostra è un parco di arte pubblica per la città e l’Accademia ancora una volta si apre in questo senso”. Aperta fino al prossimo 19 giugno, la fiera vedrà al suo interno anche concerti e spettacoli. Il biglietto di ingresso, che varia dai 3 ai 5 euro, include tutte le attività delle fiera, a tal proposito il Presidente Morra ha affermato: “Un prezzo contenuto per permettere a tutti di trascorrere una giornata tra varie attività”.

Il Presidente Caldoro ha così commentato l’iniziativa: “L’apertura alla città, la riqualificazione del territorio sono obiettivi della Regione. Il contributo dell’Accademia di Belle Arti alla fiera è fondamentale poiché la cultura per natura supera tutto”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università, Udu: "Vogliamo risposte sui tagli"

Next Article

Presidente dei giovani industriali: "L'Italia non è un paese per giovani"

Related Posts
Leggi di più

Regalo di Natale al ministro Valditara: 500mila euro in più per il suo staff grazie ai tagli alla didattica

Un emendamento presentato dall'ex sottosegretario Rossano Sasso stanzia ulteriori 480mila euro per consulenti e collaboratori del Ministero dell'Istruzione. Soldi che verranno prelevati dal fondo per la didattica previsto dalla legge sulla Buona Scuola del 2015. Le opposizioni gridano allo scandalo ma da Viale Trastevere provano a gettare acqua sul fuoco: "Spese in linea con gli anni precedenti".