Elezioni 2018, l'Ansa: "Renzi si dimette". Ma il suo portavoce smentisce: "A noi non risulta"

Dopo la sconfitta alle elezioni politiche il segretario del Pd Matteo Renzi ha deciso di dimettersi dalla guida del partito. Lo scrive l’agenzia Ansa ma dopo pochi istanti arriva una precisazione dal suo portavoce, Marco Agnoletti: “A noi non risulta”. E su twitter il suo stretto collaboratore scrive: “Il segretario parlerà oggi pomeriggio alle ore 17”. Possibile quindi che l’annuncio ufficiale venga dato fra qualche ora, durante il primo discorso del segretario dem a commento del risultato delle elezioni e del crollo dei consensi al suo partito.
Non appena si è diffusa la notizia (poi stoppata) del passo indietro di Renzi, secondo l’Adnkronos Beppe Grillo avrebbe commentato a caldo: “Lo abbiamo biodegradato”. E in casa dem l’unico che accenna un commento è Pier Ferdinando Casini, neo eletto al Senato di Bologna per il centrosinistra:  “Mi auguro che non sia il momento della resa dei conti nel Pd ma di ragionamenti sereni e profondi” così ha risposto a chi chiedeva se fossero o meno opportune le dimissioni del segretario: “Non vorrei che qualcuno dimenticasse – ha aggiunto Casini conversando con i giornalisti in Piazza Maggiore a Bologna – che il partito socialista in Francia non esiste più ed in Germania è stato superato nei sondaggi dall’estrema destra. Per cui – ha concluso – lo scenario va un pò oltre l’Italia”. 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Elezioni 2018, M5S primo partito con il 32%: Lega al 18% supera Forza Italia al 14%

Next Article

La rassegna stampa di lunedì 5 marzo

Related Posts
Leggi di più

Regalo di Natale al ministro Valditara: 500mila euro in più per il suo staff grazie ai tagli alla didattica

Un emendamento presentato dall'ex sottosegretario Rossano Sasso stanzia ulteriori 480mila euro per consulenti e collaboratori del Ministero dell'Istruzione. Soldi che verranno prelevati dal fondo per la didattica previsto dalla legge sulla Buona Scuola del 2015. Le opposizioni gridano allo scandalo ma da Viale Trastevere provano a gettare acqua sul fuoco: "Spese in linea con gli anni precedenti".