Casa dello Studente, l'iter procede

calendarioscadenze.jpgIl consiglio comunale dell’Aquila ha ratificato l’accordo di programma quadro per la realizzazione di una residenza universitaria – la nuova Casa dello Studente della Regione Abruzzo – e la fornitura di moduli prefabbricati da utilizzare come scuola primaria. L’accordo era stato sottoscritto, il 16 giugno scorso, tra il Commissario per la gestione dell’emergenza sisma Guido Bertolaso, la Regione Lombardia, che ha promosso l’iniziativa, la Regione Abruzzo, la Provincia dell’Aquila, il Comune dell’Aquila e l’Arcidiocesi dell’Aquila, proprietaria dell’area, in località Coppito, dove sorgerà la struttura universitaria, di cui ha ceduto il diritto di superficie.
La residenza universitaria occuperà un’area coperta di 2mila e 500 metri quadri, per una superficie utile totale di 4mila metri quadri. Saranno 120 i posti di cui disporrà la struttura, che sarà dotata di aree a verde pubblico, parcheggi e aree pavimentate per attività all’aperto.
La scuola primaria sarà invece costituita da tre moduli di strutture prefabbricate, ciascuno composto da 5 aule di 48 metri quadri ciascuna, oltre a un’aula polifunzionale di 72 metri quadri. Il valore complessivo degli interventi ammonta a 7 milioni di euro, di cui 6 milioni e 300 mila per la residenza universitaria e 700mila per la scuola primaria. La copertura finanziaria è assicurata dal programma attuativo regionale 2007-2013 del Fondo aree sottoutilizzate della Regione Lombardia.
Per l’attuazione degli interventi la stessa Regione Lombardia si avvarrà di «Infrastrutture Lombarde Spa», in qualità di stazione appaltante, che avrà anche la supervisione e organizzazione dei lavori. Il provvedimento è passato a maggioranza, con il voto contrario dei consiglieri D’Eramo (La Destra), Perilli (Prc), Valentini (Pd) e Sciomenta (Udc) e l’astensione del consigliere Ludovici (Dc).

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L'appello degli Specializzandi: "Immatricolazioni da sbloccare"

Next Article

Oxford, più autonomia grazie agli "alumni"

Related Posts
Leggi di più

L’archivio storico di Milva donato all’università di Bologna. La figlia: “Questo il luogo ideale per conservare la sua arte”

Sottoscritto ieri l'accordo di donazione che concede tutto il materiale artistico appartenuto alla celebre cantante italiana dalle voce inconfondibile e dalla chioma rossa all'Alma Mater. Il rettore Molari: "Ci impegneremo a a valorizzare il lascito e a renderlo fruibile per tutti gli scopi didattici e di ricerca".