Carpe Diem

Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze (Itaca, Costantino Kavafis).
Sono partita dall’aeroporto di Malpensa leggendo le parole di questa poesia. Ripensandoci, non penso di aver colto sul serio il loro significato finché non sono atterrata, sono entrata in casa e ho realizzato che tutto stava finalmente avendo inizio. Oggi a un mese dalla prima volta in cui ho varcato la soglia della mia nuova stanza, sono sicura che sarà questa la frase che mi accompagnerà in questa esperienza.
Sono certa che questo Erasmus sarà solo il primo passo per raggiungere la mia Itaca. Il percorso sarà lungo, difficile. Ma come dice Kavafis, il giovane non deve temere la furia di Nettuno. Il suo animo sarà forte abbastanza per superarla, per superare le insidie, le difficoltà e i momenti di sconforto.
Alla fine di questo Erasmus, sono sicura che la gioia nel ripensare alle sfide vinte, alle novità temute, alle incertezze superate sarà impagabile. L’unica certezza che ho è che una volta raggiunta Itaca, questa gioia potrà solo essere maggiore.
Auguro a me e a tutti i ragazzi che partiranno in Erasmus nei promessi mesi di vivere a pieno ogni momento. Di cogliere ogni opportunità. Di divertirsi. Di mettersi in gioco. Di sperimentare. Di commettere errori. Di non rimpiangere nulla. Con la consapevolezza  che a 20 anni non si ha nulla da perdere, ma tutto da guadagnare. Godetevi ogni istante, perché sarà proprio quello a farvi avvicinare un po’ di più alla vostra Itaca.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Erasmus Stories, conosci Sara e segui il suo erasmus a Cordoba

Next Article

La rassegna stampa di martedì 26 settembre

Related Posts
Leggi di più

Granada a Colori

Per uno studente in Erasmus a Jaén, Granada è diversa dalle altre città dell’Andalusia che visiterà durante la…
Leggi di più

Nove mesi di emozioni

Senza nemmeno accorgermene sono già trascorsi nove mesi ed il mio periodo di Erasmus in Portogallo è praticamente…