Berrypost elettorale, oggi ospiti Francesco D'Uva dei 5 Stelle ed Elisa Marchetti dell'Udu

Oggi alle ore 12:00 su Berrrypost elettorale avremo come ospiti Francesco D’Uva, giovane candidato del Movimento 5 Stelle, già membro della Commissione parlamentare antimafia e della Commissione cultura, ed Elisa Marchetti, coordinatrice nazionale dell’Unione degli Universitari (Udu) in prima linea nelle battaglie sul diritto allo studio e sul numero chiuso nelle facoltà. 
D’Uva, classe 1987, candiato nella seconda circoscrizione Sicilia pe il Movimento 5 Stelle, è entrato giovanissimo in parlamento nel 2013, nipote dell’avvocato Nino D’Uva assassinato da Cosa Nostra nel 1986, si è occupato non solo di università e mafia ma anche di trasporti, pur non essendo presente nella commissione preposta. 
Elisa Marchetti, studentessa di Economia è da quasi tre anni coordinatrice dell’unione degli universitari, sindacato indipendente che si batte da molto tempo contro numero chiuso e diritto allo studio. Una delle azioni più recenti da parte del sindacato studentesco è la riapertura delle graduatorie nelle università con corsi a numero chiuso dell’anno accademico 2015/16. Questo e molto altro oggi, ore 12:00, sui nostri canali social, in diretta facebook e in streaming sul portale Corriereuniv.it Berrypost elettorale. 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Berrypost elettorale, oggi ospiti Francesco D'Uva del Movimento 5 Stelle ed Elisa Marchetti dell'Udu

Next Article

'Giovani al voto', secondo appuntamento del programma di corriereuniv sulle elezioni

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"