Assunzioni docenti, la carica dei 71 mila. La maggior parte viene da Sicilia, Campania e Lazio

Sono 71.643 le domande di partecipazione alla procedura nazionale del Piano straordinario di assunzioni previsto dalla legge ‘Buona Scuola’. Il bando è stato aperto lo scorso 28 luglio, la chiusura della procedura era fissata per la giornata del 14 agosto. Era possibile aderire esclusivamente attraverso un modulo on line.
La maggior parte delle domande, come previsto, è arrivata da Sicilia, Campania, Lazio e Lombardia, regioni che concentrano il più alto numero di studenti in Italia. Notevoli anche i numeri degli aspiranti docenti di Puglia, Calabria e Toscana. Qui sotto il dettaglio delle domande ripartite per provenienza regionale:
ripartizione domande docenti
“Siamo molto soddisfatti dell’adesione alla procedura nazionale – commenta il Ministro Stefania Giannini – La piattaforma ha funzionato perfettamente e i candidati hanno capito l’importanza di partecipare per la loro vita e per quella della scuola”.
“Esprimo anche soddisfazione – continua Giannini – per la rapidità e l’efficienza con cui i nostri Uffici Scolastici Regionali tra la fine di luglio e la prima metà di agosto hanno assunto 29.000 docenti. Abbiamo già immesso in ruolo molti più insegnanti dello scorso anno e con un mese di anticipo. A metà settembre, con l’avvio delle lezioni, avremo coperto le cattedre vacanti e daremo più continuità didattica ai nostri ragazzi”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L'attacco di Salvatore Settis: "Si continuano a svendere patrimoni pubblici"

Next Article

Presentata l'Anagrafe dell'Edilizia Scolastica: 42 mila edifici censiti

Related Posts
Leggi di più

Nicolò muore a 17 anni, amici: “Lo portiamo con noi alla maturità”

La proposta degli studenti dell’Ipsia “Lombardi” di Vercelli di sostenere l’esame di maturità per l’amico scomparso in un incidente in moto è stata accolta da preside e insegnanti: alla fine delle interrogazioni, uno di loro tornerà davanti alla commissione per Nico.