AcademiaNet apre le porte alla prima donna italiana

AcademiaNet banca dati di raccolta delle migliori ricercatrici europee, accoglie la prima donna italiana.

AcademiaNet, la banca dati che raccoglie le migliori ricercatrici europee, accoglie proprio nella giornata dell’8 marzo la prima donna italiana. E’ Paola Romagnini, giovane ma nota in ambito internazionale per la scoperta delle cellule staminali nel rene. La Romagnini è responsabile della Struttura complessa di Nefrologia dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer nonchè professore associato di Nefrologia all’Università di Firenze.

Non poteva esserci giorno più adatto di questo 8 marzo per diffondere la notizia dell’ingresso di Paola Romagnani in AcademiaNet. Ed io accolgo questa notizia con grande soddisfazione“, ha dichiarato l’assessore alla salute della Regione Toscana Daniela Caterina Scaramuccia.

Una scoperta, quella della Romagini, che ha rivoluzionato la nefrologia. Ha inoltre ottenuto due finanziamenti dall’Unione Europea per il quadriennio 2008-2012 tra cui quello in cui coordina il lavoro di 10 differenti gruppi europei di nefrologia, ha come obiettivo clinico l’uso delle cellule staminali del rene per curare le malattie che colpiscono l’organo.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Dalla, una borsa di studio in suo onore

Next Article

Roma. Studentesse offrono sesso per 20.000 euro al mese. 10 arresti

Related Posts
Leggi di più

Green pass, Corte Costituzionale boccia il conflitto di attribuzione sollevato da 27mila docenti e studenti

Un avvocato e docente universitario genovese - in proprio e in qualità di rappresentante di 27.252 docenti, studenti e membri del personale scolastico e universitario - aveva sollevato il conflitto sull'omesso esame di una petizione in cui si chiedeva di non convertire in legge il decreto-legge che ha introdotto l’obbligo di green pass nelle scuole e nelle Università. La Corte: "I firmatari di una petizione non sono titolari di funzioni costituzionali"