Università di Palermo: Sergio Mattarella apre i festeggiamenti per i 210 anni dell'Ateneo siciliano

Foto Roberto Monaldo / LaPresse 31-01-2015 Roma Politica I Presidenti di Camera e Senato annunciano a Sergio Mattarella l’elezione a Presidente della Repubblica Nella foto Sergio Mattarella Photo Roberto Monaldo / LaPresse 31-01-2015 Rome (Italy) The Presidents of the Chamber of Deputies and Senate go to Sergio Mattarella to announce the election for President of the Republic In the photo Sergio Mattarella

Sarà il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ad inaugurare l’anno accademico dell’Università degli Studi di Palermo. Ad annunciarlo, nell’ambito della presentazione del programma di festeggiamenti per i 210 anni di storia dell’Ateneo siciliano, è stato il nuovo rettore fabrizio Micari.
Ma l’intervento del Presidente della Repubblica, che per anni è stato anche docente presso l’Università di Palermo, è solo il primo di una lunga lista di eventi ed iniziative che coinvolgeranno la città e parte della Regione: dalla Welcome Week, settimana dedicata all’accoglienza, orientamento e presentazione dell’offerta formativa agli studenti delle classi quarte e quinte delle scuole secondarie di secondo grado; alla Pasqua Univercittà, cartellone di appuntamenti storico culturali, artistici e di intrattenimento ludico-creativo ed eventi di carattere multiculturale per celebrare la Pasqua, organizzati in collaborazione con partner pubblici e privati; per passare alla Marina di libri, il festival del libro di Palermo, promosso da CCN Piazza Marina & Dintorni, Navarra Editore e Sellerio, il maggiore appuntamento letterario della regione che ha conquistato un posto centrale nel panorama culturale italiano e ha consolidato la sua posizione tra le fiere dedicate al mondo del libro.
E ancora: Univercittà in festival, l’evento estivo in cui l’Università di Palermo apre i suoi luoghi a un ricco palinsesto di musica, teatro, talk e mostre per rafforzare il legame tra università e città, per aprire gli spazi universitari alla vita culturale e sociale dei cittadini e dei turisti; Vie dei Tesori, cinque weekend di scoperte e incontri per conoscere luoghi speciali della città e dell’università, per essere guidati da esperti alla scoperta delle eccellenze di Palermo, in uno straordinario racconto urbano; Natale Unipa, cartellone inserito nell’ambito di UNivercittà, con un calendario di appuntamenti di carattere storico-culturale, artistico, musicale e di intrattenimento ludico-creativo per celebrare il Natale, organizzati in collaborazione con partner pubblici e privati; Programma Alumni, conferenze sul talento e il merito.
Un ciclo di incontri e conferenze che vede come protagonisti persone laureate nell’ateneo che hanno costruito carriere significative nei rispettivi ambiti e si pone il duplice obiettivo di offrire agli studenti il racconto di esperienze personali particolarmente rilevanti ed emblematiche, testimonianza su temi di attualità di particolare interesse, approfondimento di questioni particolarmente rilevanti di competenza del relatore e contribuire a costruire una rete di esperienze e relazioni che possano offrire opportunità per l’inserimento professionale ed i percorsi di carriera degli studenti; Consegna Lauree Honoris Causa e Iniziative culturali e sociali promosse da docenti e da studenti a Palermo, Agrigento, Caltanissetta e Trapani, oltre a iniziative esterne a Palermo, Agrigento, Caltanissetta e Trapani, patrocinate da UniPa sotto il logo 210° e il Festival del Cosmopolitismo per una città multiculturale e multietnica.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Gli studenti aderiscono alla manifestazione LGBT: "Diritti per tutti"

Next Article

Canada-Italy Innovation Award 2016: in palio oltre 3 mila euro per progetti di ricerca

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.