ULTIM’ORA: Dopo Parma, annullato il test in Professioni Sanitarie anche all’Università di Pavia

università di pavia

Dopo Parma, annullato il test di professioni sanitaria anche all’Università di Pavia. “Mercoledì 4 settembre, a conclusione dello svolgimento dei test di ammissione per l’accesso ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie, è stata verificata la presenza di un’anomalia nei quesiti della prova di ammissione: ciascuno dei sessanta quesiti proponeva quattro opzioni di risposta, anziché le cinque previste dal bando dell’Università di Pavia” – si legge nel comunicato apparso sul sito d’Ateneo.

“In considerazione di tale errore materiale, dopo aver contattato la società Intersistemi SpA, incaricata, secondo una prassi consolidata da anni, della predisposizione del test, e dopo aver disposto la sospensione delle operazioni di correzione delle prove e di identificazione dei candidati, d’intesa con la Commissione, è stato deciso l’annullamento della prova stessa.

Formale comunicazione di annullamento della prova è stata trasmessa al Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, unitamente alla richiesta di stabilire una nuova data per lo svolgimento del test di ammissione.

La nuova data indicata dal MIUR verrà tempestivamente resa nota sul sito web di Ateneo. 

Al test di ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie erano presenti 1464 candidati su 1741 studenti preiscritti”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Test d’ingresso agli stessi orari: così aver pagato due o tre bollettini diventa inutile

Next Article

Test annullati all'Università di Messina

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".