Start Cup Unisa

Il progetto “WNMP: Device Remote Management” di Paolo Rocca Comite Mascambruno e Natalia Marsilia vince l’edizione 2010 dello Start Cup dell’Università di Salerno.

Il progetto “WNMP: Device Remote Management” vince l’edizione 2010 dello Start Cup dell’Università di Salerno.
Ma cosa sono le Start Cup? Sono le Business Plan Competition organizzate da tutti gli atenei che aderiscono a PNICube ovvero quella associazione che si occupa di sistemi di trasferimento tecnologico utilizzando la creazione di nuove imprese. Il progetto “WNMP: Device Remote Management” prevede sviluppo e diffusione commerciale di applicazioni software e di accessori hardware che garantiscano il supporto al controllo remoto di dispositivi elettronici intesi come network element, per mezzo di un palmare o un telefonino di ultima generazione.
In modo particolare, lo Sturt Cup Unisa è una competizione fra progetti d’impresa che sviluppano prodotti o processi sulla base delle competenze scientifiche già insite all’Università di Salerno. L’idea vincitrice quest’anno è di Paolo Rocca Comite Mascambruno ingegnere elettronico dell’Università di Salerno e Natalia Marsilia, laureata in fisica presso l’ateneo.
L’idea progetto è stata quella di pensare al telefono cellulare come strumento universale di controllo e di comando. “Si è realizzato un software, di alta tecnologia, mediante il quale il cellulare diventerà un elemento universale” ha spiegato la dott.ssa Marsilia.
I vincitori degli Start Cup di tutta Italia si contenderanno il Premio Nazionale per l’Innovazione il 3 Dicembre a Palermo e sono ancora a lavoro come ha dichiarato l’ingegnere Rocca: “Al momento siamo impegnati nella stesura degli elaborati utili alla partecipazione al prossimo Premio Nazionale dove speriamo di distinguerci e di valorizzare il nome dell’Università di Salerno che rappresenteremo in quella sede. Dal punto di vista imprenditoriale, oltre all’ipotesi Spin Off stiamo consolidando accordi per lo sviluppo di applicativi specifici nei settori della pubblica utilità”.
E allora in bocca al lupo ai nostri talenti!

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Master in Amministrazione del territorio

Next Article

Sciences and Arts Fellowships China

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.