Scuola, Graduatorie provinciali delle supplenze: nella prima giornata inserite oltre 100 mila domande

Oltre 120 mila utenti hanno fatto accesso alla piattaforma
​​​​​​​

Oltre 100 mila domande inserite, di cui 15 mila già chiuse e inviate, e più di 120 mila utenti che hanno fatto accesso al sistema per l’inoltro delle istanze di inserimento nelle Graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze. Questi i numeri relativi alle prime 24 ore di attivazione della procedura: da ieri alle 15.00 è possibile inserire la propria istanza. E sarà possibile farlo fino al prossimo 6 agosto. La procedura da quest’anno è interamente digitalizzata, con un sistema che ha l’obiettivo di consentire una più rapida assegnazione delle cattedre che restano vuote dopo le assunzioni in ruolo, a garanzia di un migliore avvio dell’anno scolastico.

Il Ministero dell’Istruzione informa, poi, che le segnalazioni ricevute ieri, relative ad alcuni problemi di accesso da parte degli utenti, sono state immediatamente risolte. La piattaforma per l’inserimento delle domande sta funzionando regolarmente e c’è comunque un costante monitoraggio per la risoluzione di eventuali problemi tecnici.

Sono poi disponibili, sullo spazio informativo dedicato presente sul sito internet del Ministero, dei tutorial per poter eseguire, passo dopo passo, l’invio della domanda. Infine, con riferimento alle polemiche su un possibile mancato collaudo del sistema, si precisa che il sistema è stato, ovviamente, collaudato prima dell’avvio della procedura.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il prof. Antonio D'Amore: "Non lasciatevi condizionare dai giudizi altrui... oggi posso smentire tutti quelli che mi dicevano che non ce l’avrei fatta."

Next Article

Siglato Protocollo Ministero – Consiglio nazionale forense per promuovere la cultura della legalità

Related Posts
Leggi di più

Tamponi a scuola, dal Governo arriveranno 92 milioni di euro ma i presidi attaccano ancora: “Le Asl non sono in grado di tracciare i contagi in classe”

Continua lo scontro tra il Ministero dell'Istruzione e i dirigenti scolastici ormai stremati dall'enorme carico di lavoro dovuto alla gestione dei casi Covid all'interno dei loro istituti. La sottosegretaria Barbara Floridia promette procedure più snelle e nuove risorse per far fronte all'emergenza. Giannelli (Anp): "Presidi ormai allo stremo".
Leggi di più

Si studiano le materie STEM e solo per quattro anni: nasce il Liceo per la Transizione ecologica e digitale

Si chiamerà T.E.D. ed è il nuovo liceo pensato dal Ministero dell'Istruzione per formare e preparare i ragazzi alle sfide che la transizione ecologica e digitale impone anche nel nostro Paese. Le scuole interessate da questa novità sono 27 in tutta Italia e collaboreranno con le università e le aziende del Consorzio Elis. Per iscriversi c'è tempo fino al 28 gennaio.