Non solo Università: gli ITS

L’Università non è l’unica scelta possibile al termine del percorso scolastico, esiste una via alternativa: diventare tecnico superiore, un lavoratore specializzato, già formato al lavoro, pronto ad affrontare gli aspetti pratico-operativi.
Che cosa sono gli ITS
Gli Istituti Tecnici Superiori sono “scuole ad alta specializzazione tecnologica”, nate per rispondere alla domanda delle imprese di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche. Sono istituiti a livello regionale ed ogni ITS nasce dal concorso di università, imprese e scuole del territorio.
Manifattura e Artigianato
Tecniche per la realizzazione artigianale di prodotti del made in Italy
Meccanica Impianti e Costruzione
Tecniche di disegno e progettazione industriale
Tecniche di industrializzazione del prodotto e del processo
Tecniche per la programmazione della produzione e la logistica
Tecniche di installazione e manutenzione di impianti civili e industriali
Tecniche dei sistemi di sicurezza ambientali e qualità dei processi industriali
Tecniche di monitoraggio e gestione del territorio e dell’ambiente
Tecniche di manutenzione, riparazione e collaudo degli apparecchi dispositivi diagnostici
Tecniche di organizzazione e gestione del cantiere edile
Tecniche innovative per l’edilizia
Cultura, Informazione e Tecnologie informatiche
Tecniche per la sicurezza delle reti e dei sistemi
Tecniche per la progettazione e lo sviluppo di applicazioni informatiche
Tecniche per l’integrazione dei sistemi e di apparati TLC
Tecniche per la progettazione e gestione di database
Tecniche di informatica medica
Tecniche di produzione
Tecniche di allestimento scenico
Servizi commerciali
Tecniche per l’amministrazione economico-finanziaria
Turismo e Sport
Tecniche di progettazione e realizzazione di processi artigianali e di trasformazione agroalimentare con produzioni tipiche del territorio e della tradizione enogastronomica
Tecniche per la promozione di prodotti e servizi turistici con attenzione alle risorse, opportunità ed eventi del territorio
COMPRESENZA DI TEORIA E PRATICA
Gli ITS sono caratterizzati da una forte interazione tra teoria e pratica. Lo stage è obbligatorio e corrisponde al 30% complessivo delle ore; il 50% dei docenti appartengono al mondo del lavoro, così da rafforzare il legame con le imprese del territorio.
DURATA
Durata biennale, da 2 a 4 semestri per un totale complessivo di ore che va dalle 1200 alle 2400.
TITOLO FINALE
Diploma di tecnico superiore con l’indicazione dell’area tecnologica e della figura nazionale di riferimento di V° livello EQF (Quadro Europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente) per i percorsi di quattro semestri. Consente l’accesso ai concorsi pubblici e il riconoscimento di CFU.
PROVA DI SELEZIONE
La selezione prevede: presentazione del cv, lettera motivazionale, svolgimento di test teorici, prove pratiche e colloquio motivazionale. Nel punteggio finale si considerano anche il voto di diploma, le attestazioni di competenze certificate ed eventuali esperienze lavorative documentate.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Dipendenze da scongiurare: il viaggio dell’alcol nel nostro corpo

Next Article

La rassegna stampa di martedì 6 giugno

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".