MUR, cinque premi annuali in memoria di Giulio Regeni

Il ministero dell’Università e della Ricerca ha istituito cinque premi annuali intitolati alla memoria di Giulio Regeni, il ricercatore italiano ucciso in Egitto mentre svolgeva attività di ricerca per il suo dottorato.

Il ministero dell’Università e della Ricerca ha istituito, con il decreto n. 1159 del 19 dicembre 2020, cinque premi annuali intitolati alla memoria di Giulio Regeni, il ricercatore italiano ucciso in Egitto mentre svolgeva attività di ricerca per il suo dottorato.

Il primo bando verrà lanciato il 15 gennaio 2021, giorno in cui Regeni avrebbe compiuto 33 anni. Verranno premiate tesi di laurea magistrale e di dottorato di ricerca svolte nelle scienze sociali ed umanistiche su temi riguardanti l’attuazione concreta della tutela dei diritti umani in ambito economico, sociale e politico. Tre tesi di laurea magistrale saranno premiate con 3.000 euro ciascuna e due tesi di dottorato di ricerca con 6.000 euro ciascuna.

I lavori che potranno essere proposti per la prima edizione del bando sono quelli discussi tra l’1 gennaio 2019 e il 31 dicembre 2020 da candidati preferenzialmente di età non superiore ai 35 anni. Le candidature potranno essere presentate tra il 15 gennaio e il 15 marzo 2021. La procedura di candidatura dovrà prevedere una fase interna di selezione a ciascun dipartimento/facoltà con successiva presentazione da effettuarsi solo ed esclusivamente da parte di: direttori dei dipartimenti delle università italiane, statali e non statali legalmente riconosciute (inclusi gli Istituti di alta formazione dottorale e le scuole di studi superiori); presidi di scuole o facoltà universitarie, con funzione di raccordo interdipartimentale delle medesime istituzioni.

Le candidature dovranno essere sottoposte attraverso la piattaforma PICA del Cineca e dovranno obbligatoriamente contenere:

breve descrizione delle motivazioni per cui la facoltà o il dipartimento presenta la candidatura;

descrizione delle eventuali esperienze di studio o ricerca del candidato selezionato svolte all’estero negli ultimi 5 anni;

descrizione delle eventuali esperienze del candidato nel campo della tutela dei diritti umani;

abstract o descrizione della tesi per cui si presenta la candidatura;

testo completo della tesi di laurea magistrale o di dottorato in formato PDF;

breve CV del candidato;

lettera di presentazione del relatore del candidato e/o del preside/direttore.

Il bando verrà pubblicato sul sito della CRUI (www.crui.it) e su quello del MUR (www.mur.it).

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Regione Piemonte: concorsi per 93 Laureati

Next Article

Scuola, al via le iscrizioni online. Le domande dal 4 al 25 gennaio 2021

Related Posts
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".