La casa del giornalista

Un bene confiscato a Ciro Mariano capo clan dei Piccuozzi ora è La casa del giornalista

Apparteneva a Ciro Mariano, capo del clan dei ‘Picuozzi’ dei Quartieri Spagnoli di Napoli, il bene confiscato ora appartenente a un gruppo di cronisti della carta stampata e della televisione, riuniti in un consorzio: il Coordinamento dei Giornalisti Precari della Campania.

Mariano non amava non amava essere fotografato ne ripreso da telecamere riuscì a ottenere dal presidente della Corte che lo processò il divieto di essere ripreso dai fotoreporter. Per ironia della sorte la sua proprietà è andata proprio al gruppo di colleghi giornalisti.

“Lo riteniamo un atto doveroso – ha afferma Ciro Pellegrino del coordinamento precari, cassintegrato di E-Polis – vogliamo testimoniare coi fatti la voglia di cambiare di una città straziata e violentata ma resistente, mai rassegnata. Ma abbiamo bisogno del sostegno dei napoletani. E per sostegno non si intende quello economico ma un ‘cordone’ civile affinché tutti gli eventi del coordinamento nel bene confiscato nei Quartieri abbiano tanti partecipanti. Solo accendendo un faro costante su quella zona sconfiggeremo chi non vorrebbe farci ritornare in quell’immobile”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Mente e giustizia

Next Article

Stage in Compass

Related Posts
Leggi di più

Film horror in una scuola media: studenti svenuti

È accaduto in una scuola di Cremona durante una supplenza. Proiettata la pellicola "Terrifier" vietata ai minori: gli alunni più sensibili hanno accusato malori e nausea. Lettera di protesta inviata al preside