Il traballante esame di italiano di Suarez tra Playstation e “bambino che porta cocomera”

L’esame dell’ex calciatore del Barcellona riprese da una telecamera nascosta dagli inquirenti. In tutto 19 minuti in cui si sente un italiano traballante.

Un esame lungo 19 minuti, in un italiano stentato che però non ha impedito a Luis Suarez, l’ex giocatore del Barcellona ora punta dell’Atletico Madrid, di ottenere la certificazione “b1” per la conoscenza della nostra lingua. Di quell’esame, svolto all’interno dell’Università per Stranieri di Perugia, oggi è stato reso pubblico un documento video frutto delle telecamere che gli inquirenti piazzarono all’interno dell’ateneo umbro.

Il video, lungo 19 minuti, vede un Suarez traballante quando parla in italiano ma che sembra essere a suo agio. Parla della sua famiglia, dei suoi bambini, di sua moglie, di cosa ama fare nel tempo libero (giocare alla Playstation). Quando poi gli fanno vedere un’immagine da commentare, l’ex giocatore del Barca dice di vedere quattro persone tra cui un bambino “che porta cocomera”, frase che poi sarà utilizzata per dimostrare la scarsa conoscenza dell’italiano da parte del giocatore di calcio.

Uno degli esaminatori, che si dice soddisfatto del grado di conoscenza della lingua da parte del calciatore, gli chiede se nei prossimi mesi prenderà lezioni di italiano, anche “perché capire meglio i compagni, il mister”. All’epoca, era il 17 settembre del 2020, si pensava che Suarez fosse a un passo dal trasferimento alla Juventus. Ipotesi poi tramontata ma che non ha fermato l’indagine giudiziaria.   

Total
2
Shares
Lascia un commento
Previous Article

“Scuola e famiglia: alleate per il futuro dei più giovani” il progetto MOIGE per migliorare la DAD

Next Article
Y20 Summit - YAS

G20 dei giovani: è iniziato lo Youth20. Voce ai giovani nel dibattito su digitalizzazione, clima e inclusione

Related Posts