Il Financial Times loda l'IMT di Lucca

imt_lucca.jpgUna mosca bianca dell’istruzione superiore scovata a Lucca. Se ne è accorto il Financial Times, che loda l’IMT (Institutions Market Technologies) per la sua capacità di puntare al merito in un paese dove tutto è politicizzato.
Nell’articolo che il quotidiano inglese dedica al centro di studi superiori toscano, si sottolinea come il direttore Fabio Pammolli abbia “dovuto affrontare critiche provenienti da più parti nella sua battaglia per promuovere la meritocrazia. Il sistema universitario italiano sta perdendo i suoi giovani talenti, privilegiando l’età rispetto al merito”.
E il direttore risponde al giornale spiegando che “è la nostra scelta come paese. Vogliamo accettare le regole riconosciute internazionalmente o le procedure nazionali burocratizzate e chiuse che ostacolano la trasparenza?”
Attualmente presso l’Istituto di Lucca studiano 150 studenti e delle 301 richieste di iscrizione al dottorato post laurea in economia politica, 100 provenivano dagli Stati Uniti.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Stage internazionale per under 26

Next Article

Teramo, la protesta dei ricercatori

Related Posts
Leggi di più

Intervista al nuovo rettore di Bergamo Sergio Cavalieri: “Open campus per far riscoprire agli studenti l’Università”

Sul Pnrr: "Uscire da logiche campanilistiche. Si ai consorzi con altre università e imprese ma superare le conflittualità con progetti condivisi". E sugli obiettivi dei dipartimenti: "Le strategie d'ateneo vanno discusse all'interno dell'università e in contrattazione con il ministero e poi si definiscono gli obiettivi da intraprendere"