Giannini: "La ricerca è una delle priorità del Paese, a giorni un Piano Nazionale d'investimenti da 2,5 miliardi"

“La ricerca è una delle priorità del Paese”, ad affermarlo è stato il Ministro dell’Istruzione, dell’università e delle Ricerca, Stefania Giannini, intervenuta ieri al convegno organizzato a Roma dall’Assobiotec, l’associazione che riunisce le aziende biotecnologiche italiane e che fa parte della Federchimica.
Il Ministro ha assicurato che a breve verrà redatto e pubblicato il Piano nazionale per la Ricerca, un piano d’investimenti che porterà nel settore circa 2,5 miliardi di euro e che dovrebbe garantire un rilancio della ricerca, da settimane al centro della polemica proprio per la carenza di finanziamenti strutturati.
Spazio, biomedicina e agricoltura, saranno i macro settori su cui l’investimento sarà più forte: “Saranno le tessere di un puzzle che ricomporrà l’unità della ricerca nel Paese – ha aggiunto il ministro Giannini – “nella direzione della volontà politica di rimettere la ricerca e l’istruzione superiore al centro dell’agenda politica”.
Risorse che non vanno semplicemente aumentate, ha spiegato il ministro in risposta a chi propone di incrementare l’investimento statale al 3% del Pil come suggerito dalla petizione proposta dal professor Parisi e che in pochi giorni ha raggiunto oltre 55 mila adesioni, ma anche immesse su obiettivi specifici: “Appartengo alla comunità accademica e per questo non potrei non sottoscrivere la petizione – ha precisato Stefania Giannini – Dobbiamo fare nostro l’appello, abbinando alle maggiori risorse la qualità della spesa sulla base della selezione di obiettivi. Le petizioni vanno accolte e tradotte in policy, in politica. Gli investimenti – ha concluso il ministro – vanno fatti soprattutto a livello universitario, dove si concentra il 75% della ricerca”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

“Scuola: Spazio al tuo futuro”, il progetto che porta la tecnologia aerospaziale nelle aule

Next Article

Cnr, scoperto un "Duomo sottomarino" nel Golfo di Napoli

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.