Giannini a Riga per l’Asia-Europe Meeting

“Europa e Asia possono e devono continuare a cooperare per favorire lo sviluppo di sistemi di istruzione e formazione sempre più integrati, che consentano di assicurare agli studenti le competenze necessarie per entrare nel mondo del lavoro, di oggi e di domani, e di dare loro una formazione all’imprenditorialità”. Lo ha detto il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini intervenendo a Riga all’incontro dei Ministri dell’Istruzione dell’ASEM, l’Asia-Europe Meeting, organizzato dalla Presidenza lettone del Consiglio dell’UE.
“Standard di qualità, ambienti di apprendimento innovativi, alternanza scuola-lavoro ma, soprattutto, programmi di mobilità più diffusi e partecipati – ha proseguito il Ministro – sono la chiave per raggiungere questo obiettivo. La riforma del sistema dell’istruzione in Italia mira allo stesso obiettivo e il nostro Paese intende, anche per questo – ha concluso – contribuire attivamente al processo ASEMME, la parte del Forum ASEM dedicata all’Istruzione”. All’incontro hanno partecipato a livello politico 21 delle 55 delegazioni ASEM. La Commissione europea era rappresentata dal Commissario per l’Istruzione, Cultura, Gioventù e Sport, Tibor Navracsics.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Roma Tre si batte per la rinascita della Somalia

Next Article

Il sondaggio: per 1 studente su 2 la Mafia è più forte dello Stato

Related Posts
Leggi di più

Intervista al nuovo rettore di Bergamo Sergio Cavalieri: “Open campus per far riscoprire agli studenti l’Università”

Sul Pnrr: "Uscire da logiche campanilistiche. Si ai consorzi con altre università e imprese ma superare le conflittualità con progetti condivisi". E sugli obiettivi dei dipartimenti: "Le strategie d'ateneo vanno discusse all'interno dell'università e in contrattazione con il ministero e poi si definiscono gli obiettivi da intraprendere"